:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Firenze, 500 persone a cena per aiutare i giovani in difficoltà

Tantissime persone alla cena promossa dalla Fondazione Il Cuore si scioglie per sostenere il Progetto Villa Lorenzi, che offre assistenza e accoglienza ai minori con problemi di dipendenza

21 giugno 2018

FIRENZE - Più di 500 persone e un contributo di oltre 6mila euro raccolto. È il bilancio della cena per Villa Lorenzi organizzata ieri sera al Centro Piagge dalla Sezione Soci Coop Firenze Nord-Ovest nell’ambito del progetto Insieme per Villa Lorenzi - Artigiani si diventa. L’iniziativa rientra nella campagna di crowdfunding solidale Pensati con il Cuore della Fondazione Il Cuore si scioglie onlus e la somma raccolta serve per superare il tetto che Villa Lorenzi si era posta come traguardo perché la Fondazione raddoppiasse il contributo. Saranno così oltre 15mila euro i fondi messi a disposizione complessivamente per finanziare i laboratori artigianali, che sono parte integrante del progetto educativo e riabilitativo dedicato a numerosi giovani che vivono situazioni difficili.

Un sostegno importante per l’attività di Villa Lorenzi, che da oltre 30 anni è impegnata nell’offrire servizi educativi per la prevenzione e la riabilitazione del disagio giovanile e delle dipendenze. “L’obiettivo della campagna Pensati con il Cuore - spiega Giulio Caravella consigliere della Fondazione il Cuore si scioglie - è proprio quello di dare un aiuto concreto a chi è in difficoltà facendo rete sul territorio. Aiutare Villa Lorenzi per noi significa difendere un patrimonio fondamentale per tutta Firenze e la risposta che abbiamo avuto dalle persone ne è la dimostrazione”.

“Siamo orgogliosi di aver potuto sostenere una realtà così importante come Villa Lorenzi - ha affermato Viviana Quaglia, presidente della Sezione Soci Coop Firenze Nord-Ovest - Ancora una volta questo territorio ha offerto una grande prova di solidarietà”. La cena è stata introdotta dal concerto di Mammamù, l’orchestra dei bambini della Scuola di Musica di Fiesole protagonista lo scorso anno di una campagna di crowdfunding per sostenerne l’attività. “Ringraziamo la Fondazione Il Cuore si scioglie, Unicoop Firenze e le tante persone che ieri hanno contributo a realizzare questo evento straordinario - ha affermato Zaira Conti, presidente dell’Associazione Progetto Villa Lorenzi - Momenti come questi ci aiutano a proseguire nel nostro impegno con la convinzione che non siamo soli in questa città”.

 

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa