:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Sos Mediterranée si dissocia da Benetton: "No immagini per pubblicità"

Una foto di uno dei salvataggi in mare dell’ong francese è stata utilizzata per la campagna del marchio italiano. “Iniziativa personale del fotografo. Non daremo mai assenso all'utilizzo per fini commerciali. La dignità umana dei sopravvissuti va rispettata in ogni circostanza”

22 giugno 2018

ROMA - “La dignità umana dei sopravvissuti deve essere rispettata in ogni circostanza. La tragedia umana del Mediterraneo non deve essere mai utilizzata a fini commerciali”. Con una nota molto netta diffusa sui social Sos Mediterranée si dissocia completamente dalla nuova campagna Benetton. La casa di moda italiana ha infatti diffuso nei giorni scorsi l’immagine di un salvataggio in mare di migranti nelle acque del Mediterraneo con il logo dell’azienda. L’immagine ritrae il momento in cui i soccorritori dell’ong francese  distribuiscono i giubbotti di salvataggio ai migranti su un gommone.

 

campagna benetton

"Siamo stati informati della pubblicazione online e su alcuni giornali europei di una campagna pubblicitaria del marchio United colors of Benetton - scrive Sos Mediterranée, sottolineando di “dissociarsi completamente da questa campagna che mostra una foto scattata mentre la nostra équipe portava soccorso a persone in difficoltà in mare durante un’operazione del 9 giugno 2018”.

La campagna era stata presa di mira anche dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, che riprendendo la notizia dell’iniziativa, aveva commentato su Twitter: “Solo io trovo che sia squallido?”. Al ministro aveva risposto, sempre sul social, Oliviero Toscani, a capo della campagna di comunicazione di Benetton: "Non è squallido, è drammatico. E purtroppo siete in tanti a non capire ciò che sta succedendo. Poi il fatto che un negazionista come te critichi questa azione, mi fa capire che ho ragione".

Sos Mediterranée,impegnata nel soccorso in mare dei migranti con la nave Aquarius, ha deciso di diffondere una nota per l’uso delle sue immagini. Nel documento c’è la condanna per “l’iniziativa personale del fotografo che ha fornito la foto” a Benetton. L’ong ribadisce, inoltre, che non darà mai il suo consenso per un uso a fini commerciali di queste immagini”. (ec)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa