:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Intercultura, borse di studio all’estero per giovani toscani

Fondazione CR Firenze e Giunti Psychometrics hanno messo a disposizione borse di studio dell’Associazione Intercultura per giovani studenti toscani interessati a vivere un’esperienza di lunga durata all’estero

02 luglio 2018

FIRENZE - Fondazione CR Firenze e Giunti Psychometrics hanno deciso di mettere a disposizione delle Borse di studio dell’Associazione Intercultura per giovani studenti toscani interessati a vivere un’esperienza di lunga durata all’estero. All’appello hanno risposto tanti adolescenti, e i beneficiari delle Borse di studio della Fondazione CR Firenze sono: Alice S. di Arezzo in partenza per un anno in Paraguay e Sofia S. di Sansepolcro in partenza per un anno ad Hong Kong; Alessandro A. di Empoli in partenza per un anno in Thailandia, Martina T. di Fiesole in partenza per un anno in Ungheria, Camilla G. di Firenze in partenza un semestre in Repubblica Slovacca e Anita M. di Montespertoli in partenza per un anno scolastico in Cina, grazie alla Borsa di studio di Giunti Psychometrics -  4 tra i 35 studenti fiorentini in partenza quest’anno;  Elia R. di Montemurlo in partenza per un anno in Argentina, Matteo B. di Porto Santo Stefano in partenza per un anno in Perù. 

La cerimonia di premiazione per il conferimento delle borse di studio si è tenuta oggi, lunedì 2 luglio pressola sededella Fondazione CR Firenze in via Bufalini, 6, alla presenza di Donatella Carmi, Vice Presidente della Fondazione CR Firenze, di Josè Grade e Luca Mori, rispettivamente CEO e Direttore Divisione Grandi Selezioni di Giunti Psychometrics. In rappresentanza di Intercultura, Andrea Franzoi, Segretario Generale dell'Associazione Intercultura.

Questi studenti globetrotter, così come gli altri 121 adolescenti selezionati dai volontari dei Centri locali  toscani di Intercultura sono ormai pronti a partire per immergersi in una nuova cultura e per sviluppare tutte quelle capacità che li aiuteranno a crescere, ad acquisire una marcia in più nella loro dimensione personale e a mettere frecce nel loro arco per le sfide professionali di domani. Una rappresentanza sicuramente importante per la regione tra i 2.200 ragazzi selezionati a fronte di circa 7.000 candidature in tutta Italia.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa