:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Florence school of dialogue: a lezione di dialogo interreligioso

E’ nata la Florence school of dialogue, i cui primi passi sono stati illustrati al presidente della Regione Enrico Rossi, dal suo presidente Joseph Levi, già rabbino capo della comunità ebraica di Firenze.

12 luglio 2018

FIRENZE - Far crescere le conoscenze, le esperienze, la sensibilità nell'ambito del dialogo interreligioso e interculturale. Con queste finalità è nata la Florence school of dialogue, i cui primi passi sono stati illustrati al presidente della Regione Enrico Rossi, dal suo presidente Joseph Levi, già rabbino capo della comunità ebraica di Firenze. 

Nel corso di un incontro svoltosi nel pomeriggio di oggi a Palazzo Strozzi Sacrati Levi ha spiegato la genesi di questo progetto, nato su iniziativa di 3 comunità religiose di Firenze:  cattolica, musulmana e ebraica. Un indirizzo rispecchiato nell'organigramma della scuola: accanto al presidente Levi ci sono infatti come vicepresidenti Andrea Bellandi (Vicario generale della diocesi di Firenze), e Izzedin Elzir (presidente di Ucoii, Unione delle comunità islamiche in Italia).
La scuola fiorentina di alta formazione per il dialogo interreligioso e interculturale, ha spiegato Levi, si rivolge a leader politici e culturali e a operatori di servizi rivolti al pubblico, o ad ambiti come la sanità, la scuola, le forze dell'ordine, e a tutti coloro che possano aver bisogno di maggiori conoscenze nell'ambito del dialogo interculturale e interreligioso.

Il presidente Rossi ha espresso pieno apprezzamento per questa iniziativa che tocca un aspetto cruciale della società di oggi e ha auspicato lo sviluppo di questo progetto che, nel corso del 2018 ha mosso i suoi primi passi, con le prime iniziative di formazione svolte presso enti pubblici e istituti universitari. 

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa