:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Carcere, a Firenze un incontro per ricordare Alessandro Margara

A distanza di due anni dalla scomparsa, il 29 luglio un incontro per ricordare il lavoro dell’ex garante dei detenuti in Toscana, da sempre in prima linea per i diritti delle persone private della propria libertà

23 luglio 2018

FIRENZE – Un incontro per ricordare Alessandro Margara, l’ex garante dei detenuti della Toscana recentemente scomparso, da sempre in prima linea per i diritti delle persone private della propria libertà. Appuntamento domenica 29 luglio, a due anni dalla scomparsa, alle ore 17 presso la sede della Società della Ragione a San Salvi – via San Salvi 12 – (Palazzina 35, vicino all’Atelier), Firenze.

Sarà l’occasione per una prima riflessione con quanti potranno essere presenti per fare una valutazione sui nuovi orientamenti che si stanno annunciando e sulle questioni che hanno occupato Margara fino all’ultimo, dalla certezza della pena alla politica delle droghe, dall’Ordinamento penitenziario alla costruzione di tante nuove carceri.

Un’idea che abbiamo, hanno spiegato gli organizzatori Franco Corleone, Grazia Zuffa
Corrado Marcetti, Saverio Migliori, è quella di costruire un gruppo di lavoro che, dopo il fallimento della legge delega di riforma dell’Ordinamento penitenziario, riparta dal testo di Margara presentato alla Camera dei deputati nel 2006 da Marco Boato e altri per attualizzarlo alla luce delle novità intervenute in questi anni. Altra idea è quella di preparare un Convegno all’interno della Festa della Toscana – e abbiamo già avuto il sostegno del Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani – per un confronto proprio sulla “Riforma del carcere e il senso della certezza della pena”.

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa