:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Sport inclusivo e accessibile: 7 idee finanziate e progetti al via

Una squadra di calcio composta da richiedenti asilo, una palestra per non vedenti, un torneo contro le discriminazioni. Sono alcuni dei progetti che verranno finanziati grazie alle donazioni raccolte su Produzioni dal Basso e al contributo di Etica Sgr. “Crowdfunding un buon motore per generare economia inclusiva e responsabile”

25 luglio 2018

ROMA - Una squadra di calcio composta interamente da richiedenti asilo, un torneo contro le discriminazioni delle persone omosessuali e transessuali nel mondo dello sport, una palestra per non vedenti, un centro ippico per la riabilitazione per persone con disagio psichico e neurologico, un progetto itinerante per la promozione degli sport al femminile e tanto altro. È quanto verrà realizzato in sette città italiane grazie al bando lanciato da Banca Etica ed Etica Sgr dedicato alle associazioni e alle imprese sociali con le migliori idee per rendere lo sport accessibile. In questi giorni, infatti, si è conclusa la raccolta fondi su Produzioni dal Basso lanciata in primavera da Banca Etica. Le candidature questa quarta edizione del bando sono state 80. Tra queste, la commissione interna aveva selezionato 15 progetti. Solo 7, però, sono riusciti a raccogliere almeno il 75 per cento del budget, accedendo così all’ulteriore contributo a fondo perduto messo a disposizione da Etica Sgr grazie alla scelta volontaria dei clienti di Etica Sgr di devolvere lo 0,1 per cento del capitale sottoscritto per il sostegno di progetti di innovazione sociale. Complessivamente i progetti candidati in questo bando hanno raccolto oltre 61mila euro versati da 727 persone.

Tra i progetti che verranno finanziati c’è una vera squadra di calcio, iscritta alla Figc interamente composta da richiedenti asilo. È il progetto Unione Milano Fc, “un progetto di collaborazione di tante squadre già esistenti unite dalla volontà di giocarsela alla pari con quelle di nativi italiani”, spiega una nota di Banca Etica. A Perugia, invece, verrà sostenuto il Perugia Sport Pride (Omphalos aps ), ovvero un torneo amatoriale, inserito nel programma delle iniziative del Perugia Pride, che vuole porre l’accento sull’uguaglianza e la non discriminazione nel mondo dello sport delle persone omosessuali e transessuali. L’iniziativa è aperta a tutti e prevede incontri di pallavolo indoor, beach volley, calcetto all’interno di una struttura dotata anche di piscina. A Roma, invece, la Ssd Audace Savoia porterà avanti il progetto “La palestra che… Talento&Tenacia”, ovvero lo sviluppo di una palestra per persone non vedenti, gestita da una startup del settore del fitness sociale, costituita nell’ambito del programma di inclusione sociale “Talento e Tenacia - Crescere nella Legalità” promossa dall’Ipab Asilo Savoia di Roma, dalla Regione Lazio e dal Tribunale di Roma.

A Torino, la raccolta fondi permetterà di potenziare le attività di un maneggio in un parco vicino Torino per creare un centro ippico per la riabilitazione di persone con disagio psichico e neurologico. Il progetto è curato dall’associazione Rubens. L’obiettivo è creare un centro di formazione professionale nel settore equestre per ragazzi con disagio. Promuovere lo sport al femminile, invece, è l’obiettivo della Asd Pink sport time di Bari con il progetto Traveling sports in pink. Una iniziativa itinerante per la  diffusione degli sport al femminile in tutta la Regione, in particolare calcio e basket tramite una serie di camp in-formativi teorici e pratici con uno staff professionale. A Bologna, invece, l’Apd Hic Sunt Leones porterà avanti il progetto “Sport insieme” per promuovere l’accesso alla pratica sportiva come strumento di coesione e partecipazione per bambini e giovani, mirato all’inclusione di chi proviene da contesti di fragilità economica, sociale, educativa. Attraverso corsi e laboratori ad accesso gratuito di boxe, calcio e rugby in due centri sportivi e nelle scuole primarie della periferia urbana di Bologna, vuole avvicinare i più giovani ad un’idea di sport basata sulla cooperazione e sulla valorizzazione delle diversità. L’ultimo progetto che verrà sostenuto è quello dell’Asd Polisportiva Independiente di Vicenza. “I sentieri di Caracol. Camminando per l’inclusione”, questo il titolo del progetto, intende tracciare un percorso podistico, di nordic walking e trail running in uno spazio verde non ancora valorizzato di Vicenza, dove l’urbanizzazione lascia spazio a una collina di biodiversità: la Gogna. L'obiettivo è creare e posizionare, lungo questo suggestivo percorso immerso nel verde, una cartellonistica che narri, passo dopo passo, le storie di donne e uomini conosciuti nel mondo dello sport per il loro impegno nella lotta contro le discriminazioni e a favore dell’integrazione.

Sette progetti da realizzare in tutta Italia che dimostrano, in questa quarta edizione del bando, che la formula per il crowdfunding ideata dal Gruppo Banca Etica con Produzioni dal Basso “sta funzionando - ha commentato il vicedirettore di Banca Etica, Nazzareno Gabrielli - una volta stabilito il tema del bando, selezioniamo tra i progetti candidati quelli che interpretano al meglio lo spirito della partecipazione diffusa che è uno dei capisaldi della finanza etica. Altri progetti promossi da soci e clienti di Banca Etica si presentano sul portale in modo autonomo. Nel complesso, il network di Banca Etica su Produzioni dal Basso ha mobilitato oltre 5mila donatori per una raccolta complessiva di 556mila euro a favore di soggetti capaci di generare valore e occasioni di impresa sociale. Il crowdfunding si sta dimostrando un buon motore per generare nuove esperienze di economia inclusiva e responsabile in grado di muovere energie diffuse per un obiettivo di valore sociale e ambientale oltre che economico”.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa