:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Ciclismo paralimpico, l'Italia di Alex Zanardi in cerca di medaglie

In Friuli, a Maniago, dal 2 al 5 agosto prossimi i campionati mondiali su strada di paraciclismo: oltre al campione bolognese anche altri 21 azzurri vanno a caccia di medaglie. Il ct Valentini: “Orgogliosi di questi ragazzi”. Dirette tv su RaiSport

01 agosto 2018

ROMA - Conto alla rovescia, a Maniago, per l'inizio dei Mondiali su strada di paraciclismo. Dal 2 al 5 agosto, i migliori rappresentanti di questa disciplina a livello internazionale si daranno appuntamento in Friuli: obiettivo una medaglia iridata. Tanti i campioni che aspirano a conquistare l'oro nei 52 eventi medaglia in programma.

L'Italia si presenta a questo appuntamento con uno squadrone formato da 22 atleti: Pierpaolo Addesi, Fabio Anobile, Paolo Burracchio, Paolo Cecchetto, Diego Colombari, Fabrizio Cornegliani, Rita Cuccuru, Alessandro Danzi, Giorgio Farroni, Christian Giagnoni, Giancarlo Masini, Luca Mazzone, Leonardo Melle, Federico Mestroni, Jenny Narcisi, Michele Pittacolo, Francesca Porcellato, Andrea Pusateri, Simone Rancan, Andrea Tarlao, Ana Maria Vitelaru, Alessandro Zanardi.

Per quanto riguarda gli atleti stranieri, riflettori puntati sullo sloveno Jozef Metelka, che a maggio si è aggiudicato il suo quinto titolo mondiale consecutivo nell'inseguimento, ma anche sul brasiliano Lauro Chaman, che punta a bissare l'ottima prestazione ai Mondiali del 2017, quando si aggiudicò un oro e un bronzo.

In campo femminile, le nostre atlete dovranno guardarsi da Carol Cooke, australiana, due volte oro nella categoria T2 ai Mondiali del 2017 a Pietermaritzburg, in Sud Africa; dalla 41enne inglese Sarah Storey, l'atleta paralimpica britannica più medagliata di sempre, che torna alle gare dopo aver dato alla luce il suo secondo figlio; dalla statunitense Shawn Morelli, che a Maniago proverà a difendere i titoli mondiali su strada a nell'inseguimento.

"Il lavoro di avvicinamento alla manifestazione fatto con gli atleti della Nazionale, che abbiamo svolto come sempre a Rovere, è servito - afferma il commissario tecnico dell'Italia, Mario Valentini - per arrivare preparati e pronti a questo appuntamento: il fatto di ospitare i Mondiali di paraciclismo su strada è un grande onore per la città di Maniago, per la Provincia di Pordenone, per la Regione Friuli Venezia Giulia e per l'intero sport italiano". "Gli atleti gareggeranno lungo un percorso di 13 km che passa all'interno di paesi, il che - sottolinea Valentini - rappresenta il modo migliore per farci conoscere: si tratta di un tracciato impegnativo, lo abbiamo provato per quattro giorni, ma poi dovremo valutare sempre le condizioni meteo e il caldo". "Siamo orgogliosi di questa Nazionale - assicura il CT – e disputare un Mondiale in casa è sempre una spinta in più e a Maniago, nelle precedenti tappe di Coppa del Mondo, gli azzurri hanno sempre gareggiato con grande dignità raccogliendo numerose medaglie e soddisfazioni".

Le gare di Maniago saranno seguite dalle telecamere della Rai, che sul canale RaiSport (57 del digitale terrestre) daranno ampia copertura dell'evento. Gli appassionati potranno seguire le imprese dei campioni del ciclismo anche in streaming sul sito ufficiale dell'Unione Ciclistica Internazionale.

Il programma prevede l'inizio delle gare giovedì 2 agosto alle ore 16 con le prove a cronometro individuale delle categorie H1 (M/F), H2 (M/F), H3 (M/F), H4 (M/F) e della H5 (F). Venerdì mattina, alle ore 9, ancora cronometro, questa volta per i corridori di categoria C1 (M/F), C2 (M/F), C3 (F), C4 (F), C5 (F), T1 (M/F) e T2 (M/F), mentre nel pomeriggio saranno impegnate le classi B (M/F), H5 (M), C3 (M), C4 (M) e C5 (M). Sabato mattina al via le prove su strada per gli atleti H1 (M/F), H2 (M/F), H4 (M/F), H3 (F) e H5 (M/F), mentre nel pomeriggio in gara le classi T1 (M/F), T2 (M/F). H3 (M) e H5 (M). Chiusura domenica 5 agosto, quando la mattina scenderanno in gara le categorie C1 (M/F), C2 (M/F), C3 (M/F), C4 (M/F) e C5 (M/F)e, nel pomeriggio, i corridori di classe B (M/F) e le staffette H1-5 (M/F). 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa