:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Decreto correttivo terzo settore, ConVol: “Soddisfatti per attenzione al nostro mondo”

La vicepresidente vicaria Rosalba Gargiulo si dice soddisfatta per il rispetto delle scadenza da parte del Consiglio dei ministri. E sulla proroga dei termini per adeguare gli statuti: “L'avevamo chiesto espressamente, importante soprattutto per le piccole associazioni”

03 agosto 2018

OLOGNA – Soddisfazione di ConVol (Conferenza permanente delle associazioni, federazioni e reti di volontariato) per l'approvazione del decreto correttivo del Codice del Terzo settore da parte del Consiglio dei ministri. “Siamo soddisfatti in particolare per l'attenzione dimostrata dal Consiglio dei ministri nei confronti del non profit, del nostro mondo, rispettando le scadenze”, ha detto Rosalba Gargiulo, vicepresidente vicaria di ConVol dallo scorso 30 giugno quando il presidente Giorgio Groppo ha rassegnato le dimissioni, che ha aggiunto, “ora aspettiamo di leggere il testo definitivo del decreto per valutarlo insieme al direttivo, che riunirò quanto prima”. In ogni caso, Gargiulo parla di “un passo avanti”. Il decreto approvato dal Consiglio dei ministri nella serata del 2 agosto introduce disposizioni integrative e correttive al decreto legislativo 117/2017 relativo al Codice del Terzo settore. Una delle disposizione prevede la proroga da 18 a 24 mesi dei termini per adeguare gli statuti degli enti del Terzo settore al nuovo quadro normativo. “L'avevamo chiesta nelle audizioni – precisa Gargiulo – Riteniamo la proroga sia importante, in particolare per le piccole associazioni e realtà del Terzo settore che potrebbero avere qualche difficoltà”. (lp)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa