:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Esplosione, "Bologna saprà tirare fuori tutta la sua solidarietà"

Il cordoglio e la vicinanza dell'arcivescovo Zuppi: "Questa tragedia sarà affrontata con il concorso di tutti". Sale il numero dei feriti. I volontari di Protezione civile forniscono bottiglie d'acqua alle persone in strada costrette a lasciare casa. Un gazebo informativo per chiedere aiuto

06 agosto 2018

ROMA - "Cordoglio e vicinanza alle vittime, ai feriti e alle loro famiglie". Con queste parole l'arcivescovo di Bologna, monsignor Matteo Maria Zuppi, ha commentato l'esplosione sul ponte dell'autostrada a Bologna. "Si tratta di un fatto tragico che spero non provochi ulteriori vittime - ha aggiunto l'arcivescovo - come sempre Bologna sapra' tirare fuori tutta la sua solidarieta' istintiva che abbiamo visto in altre fatti analoghi che hanno coinvolto la citta'. Sono certo che anche questa tragedia sara' affrontata con il concorso di tutti". 

Sale intanto a 84 la conta dei feriti nell'esplosione di questo pomeriggio sul tratto urbano della A14 a Bologna, in zona Borgo Panigale. Oltre alle 67 persone arrivate al Maggiore e agli ospedali della provincia, altre 15 sono al Policlinico Sant'Orsola e due al Rizzoli. Ai due feriti gravi mandati a Parma e Cesena, se n'e' aggiunto un terzo, trasferito sempre all'ospedale romagnolo. Intanto la Protezione civile e la Polizia Municipale di Bologna hanno allestito un gazebo informativo in via Panigale 5, davanti al punto Snai, non lontano dal luogo dell'esplosione, dove tutti i cittadini che abbiano bisogno possono segnalare problemi e chiedere aiuto. Sul posto si trova anche un'ambulanza. Dalla Regione invece fanno sapere che per domare l'incendio e' stato utilizzato un elicottero dei Vigili del fuoco abitualmente impiegato per gli incendi boschivi, mentre i volontari di Protezione civile sono scesi in campo per fornire bottiglie d'acqua alle persone in strada perche' costrette a lasciare la propria abitazione. Per la Giunta di viale Aldo Moro sono sul luogo del disastro la vicepresidente Elisabetta Gualmini e l'assessore alla Protezione civile, Paola Gazzolo, che ha contattato il capo dipartimento della Protezione civile nazionale Angelo Borrelli, il quale sta seguendo costantemente l'evolversi della situazione.

"Siamo sul posto con il Comune di Bologna e in costante contatto con la Prefettura- dicono Gualmini e Gazzolo in una nota- per ogni intervento che sia ritenuto utile a supportare la necessaria assistenza alla popolazione. Siamo vicini a chi e' rimasto coinvolto nell'incidente, ai loro familiari e a tutte le persone che abitano nella zona interessata dall'incidente". Aggiungono Gualmini e Gazzolo: "Vogliamo anche ringraziare di cuore i volontari che, come sempre, si sono immediatamente mobilitati, gli operatori dei Vigili del fuoco, delle Forze dell'ordine e del Servizio sanitario che sono intervenuti con la massima tempestivita'". Domani mattina Gazzolo e Gualmini, assieme all'assessore ai Trasporti, Raffaele Donini, si recheranno in visita ai feriti ricoverati al Policlinico Sant'Orsola e all'ospedale Maggiore di Bologna. Immediata disponibilita' e' stata data dalla Regione a collaborare per l'assistenza agli sfollati, nel caso dovesse rendersi necessario evacuare alcune abitazioni. Nel frattempo, i Vigili del fuoco hanno chiesto ad Arpae di effettuare la verifica della qualita' dell'aria. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa