:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Nuoto paralimpico, altri 3 argenti e 3 bronzi per l'Italia

Il quarto giorno di gare è il primo senza successi per gli azzurri impegnati ai campionati europei di nuoto paralimpico a Dublino. Arrivano comunque sei medaglie, che contribuiscono a mantenere la nazionale al secondo posto nel medagliere

17 agosto 2018

Martina Rabbolini - Foto Augusto Bizzi
Martina Rabbolini - Foto Augusto Bizzi
DUBLINO - Agli Europei di Dublino 2018 la nazionale azzurra resta per la prima volta a digiuno di allori continentali, ma le sei medaglie conquistate portano comunque il totale del medagliere a quota 41 e contribuiscono a non intaccare il secondo posto assoluto nel medagliere, con l'Italia (13 ori, 15 argenti, 13 bronzi) dietro l'Ucraina (22 ori, 20 argenti, 17 bronzi) e davanti alla Gran Bretagna (10 ori, 11 argenti e 9 bronzi).
 
Nel pomeriggio irlandese del 16 agosto, il primo podio azzurro arriva con il bronzo di Alessia Berra nei 100 dorso S12, che l'azzurra chiude in 1:15.83, sul primo gradino si issa la britannica Russels con 1:08.16, argento alla spagnola Delgado Nadal (1:13.04). Subito dopo arriva l'argento dell'inossidabile Efrem Morelli sui 150 misti Sm4: 2:46.13 il suo tempo, dietro l'oro israeliano Dadaon (2:39.95) e davanti all'ucraino Vynohradets (2:48.54). Quando è il momento di Cecilia Camellini e Martina Rabbolini sui 100 dorso S11, arriva il secondo argento azzurro: con l'atleta modenese che ferma il tempo su 1:21.35, dietro all'oro ucraino Tkachuk (1:20.93) e davanti alla Piddubna (1:21.53). Rabbolini deve fermarsi a un soffio dal podio, con 1:29.61.
 
Stefano Raimondi - Foto Augusto Bizzi
Stefano Raimondi - Foto Augusto Bizzi
Squalificato Simone Barlaam sui 100 dorso S9, arriva il bronzo di Stefano Raimondi nei 50 stile S10, con 24.45, dietro all'oro ucraino Krypak (23.54) e Dubrov (23.84). E' poi la volta di Alessia Scortechini, la romana si piazza sul terzo gradino del podio al termine dei 50 stile S10, con un buon 28.48, quando il titolo europeo va all'olandese Zijderveld con 28.05 e la piazza d'onore alla britannica Mullooly (28.30).
 
Francesco Bettella scende in acqua poco dopo, ma si ferma a un passo dal podio con il 4° tempo sui 200 stile S2, chiusi in 5:11.15, mentre l'oro va al greco Makrodimitris con 4:53.06. Arriva poi la festa per l'argento di Federico Bicelli sui 100 sorso S7, che l'azzurro nuota in 1:12.63, con autorità nonostante la marcia dell'ucraino Bogodaiko (1:12.52) che merita l'oro, il bronzo va all'israeliano Malyrak (1:13.98).
 
 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa