:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Premio Sabrina Sganga, un riconoscimento a chi racconta le pratiche di condivisione

L’economia, la politica, l’educazione, l’ambiente e la nostra vita quotidiana possono essere trasformate da pratiche condivise. Questo il tema del premio giornalistico. Riconoscimenti fino a 5 mila euro. Scadenza 30 settembre

03 settembre 2018

FIRENZE – Torna il premio Sabrina Sganga, il riconoscimento giornalistico promosso dall’associazione Sabrina Sganga, giornalista che ha lavorato per più di quindici anni a Controradio, emittente toscana del circuito Popolare Network. Il premio intende valorizzare e promuovere un’indagine giornalistica, un reportage, che svolga il tema dell’anno con particolare attenzione all’accesso delle conoscenze, alla democrazia diffusa, alla partecipazione dal basso, alla sostenibilità ambientale, a una finanza etica e critica, a stili di vita che sperimentano alternative al consumismo e all’individualismo. Il progetto, qualunque sia il tema dell’anno, dovrà valorizzare esperienze ispirate a mutualità, solidarietà, giustizia sociale, autosufficienza, capacitazione (empowerment) e tutte quelle forme di impegno individuale e collettivo finalizzate al superamento di situazioni di degrado sociale e ambientale legati a grandi opere, consumismo e produzione industriale massiva con i suoi costi sociali e ambientali.

Il tema di quest’anno è “Share Tale. Raccontare le pratiche di condivisione”. Come l’economia, la politica, l’educazione, l’ambiente e in generale la nostra vita quotidiana può essere trasformata da pratiche condivise. Il premio si articola in due sezioni. La prima sezione intende selezionare e premiare, con un contributo massimo di 5mila euro, indagini e servizi da realizzare in relazione al tema dell’anno: l’indagine o il servizio deve essere realizzato secondo un cronoprogramma e deve essere fnalizzato all’informazione gratuita, tramite carta stampata, flmati, servizi radiofonici, nuovi media. Si tratta dunque di un premio volto a promuovere, incoraggiare e sostenere un progetto giornalistico legato ad una scoperta, una intuizione che merita di essere approfondita, conosciuta meglio e raccontata. La seconda sezione, che vedra` un premio di mille euro, riguarda un lavoro pubblicato nel 2017 sul tema dell’anno indicato dal bando, ovvero il 2018. Verranno valutati tutti i tipi di media tra cui, a titolo meramente esemplificativo, carta stampata, app telefoniche, cortometraggi, comics, graphic novel, fotografie. Tra i parametri di valutazione avra` particolare rilevanza l’originalita` del media utilizzato. 

Ambedue le sezioni sono aperte a candidature presentate da persone, enti e associazioni. Le persone, di qualsiasi cittadinanza, possono essere giornalisti (professionisti, pubblicisti, praticanti e allievi delle scuole di giornalismo), fotografi, attivisti, operatori del campo della comunicazione. Gli enti possono essere scuole, strutture informative senza fini di lucro, università. Le associazioni possono essere onlus o gruppi non registrati, purche´ dimostrino la propria esistenza e attività. I progetti devono essere presentati e realizzati in lingua italiana.

La partecipazione al Premio è gratuita. La scadenza per la compilazione della domanda di partecipazione e di presentazione dei materiali è fissata in data 30 settembre 2018.
Le candidature devono essere compilate on-line sul presente sito entro la data suddetta. Info su www.premiosabrinasganga.it

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa