:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Toscana, 1,3 milioni per percorsi ciclabili e pedonali

Si tratta di percorsi lungo i quali, come attestato dalle statistiche, l'incidentalità è particolarmente alta, tanto che negli ultimi anni si sono registrati 83 incidenti che hanno coinvolto ciclisti, il 12,5% del totale

11 settembre 2018

FIRENZE – La Regione Toscana ha destinato 1,3 milioni di risorse ministeriali, messe a disposizione della Toscana dal Programma di interventi per lo sviluppo e la messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili e pedonali, per mettere in sicurezza il tratto livornese della ciclopista Tirrenica, dal confine con Pisa a Calafuria. Si tratta di un percorso lungo il quale, come attestato dalle statistiche, l'incidentalità è particolarmente alta, tanto che negli ultimi anni si sono registrati 83 incidenti che hanno coinvolto ciclisti, il 12,5 % del totale, dato che dimostra un'incidentalità nettamente superiore alla media. Grazie a queste risorse, a breve potranno essere realizzati circa 8 Km di pista ciclopedonale che, oltre a garantire condizioni di sicurezza ai cosiddetti utenti più deboli, consentiranno il completamento del tratto labronico dell'itinerario (quasi 20 km in tutto), integrandolo con quello pisano.

"Abbiamo scelto di concentrare queste risorse per il completamento del tratto livornese della ciclopista Tirrenica - ha spiegato l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli - soprattutto per dare una risposta in termini di sicurezza, ma anche per compiere un passo avanti fondamentale per la realizzazione di questa grande ciclovia, che una volta ultimata andrà dal confine con la Liguria al confine con il Lazio percorrendo tutta la costa toscana. La Regione crede nella mobilità sostenibile e da anni sta investendo su ferro e bicicletta, i mezzi di trasporto più sani e sostenibili in assoluto. Inoltre la realizzazione di grandi itinerari ciclabili attraverso zone di pregio ambientale rappresenta una carta vincente anche per quanto riguarda il settore turistico, per aumentare l'offerta e l'attrattività per il cicloturismo e il turismo slow. La ciclopista Tirrenica e il sistema ciclabile Ciclopista dell'Arno/Sentiero della bonifica sono già in avanzato stato di realizzazione ed una volta ultimate saranno tra gli itinerari più lunghi e belli d'Europa".

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa