:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Migranti, il Comune di Pistoia ordina la chiusura del centro di don Biancalani

Il servizio Urbanistica del Comune di Pistoia ha notificato al parroco di Vicofaro, don Massimo Biancalani, un'ordinanza per la cessazione dell'attività di accoglienza nei locali della canonica, giudicati non idonei. Il parroco ribatte: “I migranti dormiranno in chiesa”

12 settembre 2018

FIRENZE – Stop accoglienza. Il servizio Urbanistica del Comune di Pistoia ha notificato al parroco di Vicofaro, don Massimo Biancalani, un'ordinanza per la cessazione dell'attività di accoglienza nei locali della canonica. Il provvedimento arriva all’indomani delle ispezioni effettuate da questura, Asl, vigili urbani e Vigili del fuoco, che hanno mostrato l'inidoneità della struttura a ospitare così tante persone. Nella struttura di Biancalani, ci sono ancora circa 70 migranti, che potrebbero trasferirsi nella chiesa per dormire in assenza di altre soluzioni.

"Impugneremo il provvedimento al Tar - ha detto don Biancalani - Parlerò coi ragazzi, molti tornano la sera perché durante il giorno hanno dei lavoretti. Porteremo i materassi in chiesa”. Ma don Biancalani non esclude azioni quali lo sciopero della fame in segno di protesta contro un’ordinanza troppo dura, dove secondo lui sarebbe mancato il buon senso.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa