:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Caporalato, 4 euro l’ora per turni di 11 ore. Tre arresti

Tre arresti tra Toscana, Umbria e Veneto. I lavoratori venivano fatti arrivare direttamente da Albania e Romania e dormivano nelle case fornite dai caporali pagando un affitto

12 settembre 2018

- FIRENZE – Tre arresti per caporalato tra Toscana, Umbria e Veneto. E' quanto scoperto dal comando carabinieri per la tutela del lavoro, che oggi hanno arrestato tre persone nelle province di Padova, Perugia e Verona, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Firenze. Secondo le ricostruzioni, i lavoratori, fatti arrivare appositamente da Romania e Albania, venivano sottoposti a turni di 11 ore e pagati 4-5 euro l'ora, senza rispettare le nome di sicurezza e spesso assunti in nero.

Tra gli arrestati, due 'caporali' e il capo della presunta associazione criminale. Nell’indagine sono stati sequestrati anche due immobili dove dormivano i braccianti pagando l’affitto. A dare il via alle indagini, nel novembre 2017, la morte di un cittadino romeno per cause naturali, ma durante il lavoro, nel comune di Rufina.

"Oggi è stato assegnato un duro colpo al caporalato, grazie a questa vasta operazione dell'Arma dei carabinieri, con la quale mi congratulo – ha detto in una nota la prefetta di Firenze Laura Lega - Azioni come questa contrastano efficacemente certe forme di potere che la criminalità organizzata esercita in alcuni settori economici, sfruttando le persone in relazione al loro stato di bisogno e di fragilità".

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa