:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Stazioni accessibili, da Ferrovie 500 milioni investiti in due anni

In occasione del FiabaDay del 7 ottobre, Rete ferroviaria italiana rinnova l'impegno nel garantire l'accessibilità delle proprie stazioni anche alle persone a ridotta mobilità o con disabilità. Nel 2017, completati i lavori in 50 stazioni. Installati 70 ascensori e 10 scale mobili

06 ottobre 2018

ROMA – 500 milioni di euro investiti negli ultimi due anni in 100 stazioni, oltre 350 mili servizi di assistenza forniti dalle Sale Blu: sono alcuni numeri dell'impegno del Gruppo FS italiane per l'accessibilità: un impegno che si rinnova, con la partecipazione della controllata Rete Ferroviaria Italiana al XVI FIABADay, la campagna di sensibilizzazione organizzata da Fiaba, in programma per il prossimo 7 ottobre. L’obiettivo del Gruppo FS Italiane è favorire l’uso del treno sia attraverso l’intenso programma di eliminazione progressiva degli ostacoli fisici nella gran parte delle stazioni su tutto il territorio nazionale, sia attraverso i servizi di assistenza offerti dal circuito delle Sale Blu, attivi in 278 stazioni. 

box Interventi conclusi e in corso. Sono 50 le stazioni in cui, nel corso del 2017, sono stati completati i lavori di rinnovamento e abbattimento delle barriere architettoniche, grazie anche alla realizzazione di 70 nuovi ascensori e 10 scale mobili. In altri 50 scali, entro la fine del 2018, saranno completati i lavori di miglioramento dell’accessibilità, con un investimento di ulteriori 250 milioni di euro. In tutti i casi, gli interventi programmati da FS Italiane per migliorare le infrastrutture prevedono: l’innalzamento dei marciapiedi (55 cm dal piano dei binari) per facilitare l’entrata e l’uscita dai treni; la riqualificazione dei sottopassaggi pedonali e la realizzazione di nuove rampe di accesso ai binari; l’attivazione di ascensori e scale mobili; l’installazione di percorsi e mappe tattili; la realizzazione di nuove pensiline e la riqualificazione di quelle esistenti. 

In programma anche il miglioramento dei sistemi di informazione al pubblico, sia audio sia video, grazie all’installazione di nuovi monitor e impianti di diffusione sonora e il rinnovo della segnaletica di stazione e degli impianti di illuminazione. Previsti, inoltre, interventi anche nelle aree di accesso alle stazioni con la creazione di parcheggi auto, stalli per la sosta delle bici e scivoli per agevolare il transito dei ciclisti nei sottopassaggi. 

Tutte le nuove stazioni ferroviarie sono invece progettate e realizzate nel rispetto degli standard europei, mirati a garantire condizioni di accesso ai treni anche alle persone a ridotta mobilità e con disabilità, come previsto dalle Specifiche Tecniche per l’Interoperabilità (STI). Prevista, infine, l’estensione a nuove stazioni del progetto “Wi-fi Station”, che prevede una connessione gratuita a internet e l’accesso a un portale virtuale di stazione per informazioni di viaggio e altre utilità. 

I servizi di assistenza in Sala Blu. Rete Ferroviaria Italiana, in qualità di Station Manager, assicura e gestisce i servizi di assistenza a tutti i cittadini in partenza, transito e arrivo nelle stazioni, con particolare attenzione alle persone a ridotta mobilità e con disabilità. Sono in continuo aumento i servizi erogati nelle 278 stazioni appartenenti al circuito di assistenza gestito dalle 14 Sale Blu. Dal 2011, anno di inizio attività, il numero è più che raddoppiato, passando da 170mila ai circa 350mila servizi previsti a fine 2018. Entro l’anno sarà ampliato ulteriormente il network, che arriverà a coprire circa 300 stazioni, fra cui quella di Fiumicino Aeroporto dove, grazie all’accordo di collaborazione firmato con Aeroporti di Roma Assistance, i viaggiatori potranno richiedere l’accompagnamento al treno o all’aereo. Raddoppiato anche il numero delle stazioni fast, oggi 30, scali per cui è necessaria una sola ora di preavviso per la prenotazione del servizio. È in corso, inoltre, la fornitura di circa 400 nuovi carrelli elevatori per l’assistenza alle persone in carrozzina.

Grazie al portale Sala Blu on line, raggiungibile dal sito, è possibile prenotare il servizio di assistenza direttamente dal web. Entro la fine del 2018 verrà attivato inoltre il servizio chat dedicato alle persone con disabilità uditive.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa