:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Africa, cinema all’aperto nei villaggi sui rischi della migrazione irregolare

Una carovana di camion percorrerà le strade fra Senegal, Costa d’Avorio, Guinea, Gambia, Nigeria e Sudan. L’edizione 2018/2019 è un’iniziativa dell’Agenzia per la cooperazione, finanziata con il Fondo Africa del ministero e realizzata insieme al Ministero dell’Interno e all’Oim

08 ottobre 2018

ROMA - Una carovana di camion percorrerà le strade dell’Africa, fra Senegal, Costa d’Avorio, Guinea, Gambia, Nigeria e Sudan, portando il cinema all’aperto in oltre 200 villaggi per promuovere una corretta informazione sui rischi della migrazione irregolare. E’ questo l’obiettivo della nuova edizione di CinemArena che quest’anno, con i finanziamenti del Fondo Africa, affronterà la tematica della migrazione focalizzandosi sui principali paesi di origine dei migranti che arrivano via mare in Europa. Le serate consisteranno nella proiezione di film di intrattenimento e di video di sensibilizzazione e informazione sulla migrazione irregolare ai quali seguiranno workshop, spettacoli teatrali e altre attività di intrattenimento.

La carovana è partita il 20 settembre. Il progetto del cinema itinerante è stata avviato nel 2002 dal Maeci (Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale) e dall’Aics (Agenzia italiana per la Cooperazione allo Sviluppo).  L’edizione 2018/2019 è un’iniziativa dell’Agenzia per la cooperazione, finanziata con il Fondo Africa del ministero e realizzata insieme al Ministero dell’Interno e all’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (Oim). “CinemArena raggiunge comunità in aree soggette al fenomeno migratorio, rivolgendosi alle giovani generazioni e alle famiglie. Gli eventi saranno realizzati in circa 40 aree in ogni paese, offrendo esperienze uniche in luoghi in cui non esistono attività di cinema e intrattenimento - spiega Luigi Maria Vignali, Direttore Generale per gli Italiani all’Estero e le Politiche Migratorie del Maeci - Grazie a CinemArena abbiamo uno strumento in più per contrastare le attività criminali dei trafficanti di esseri umani, che approfittano della disinformazione per lucrare vendendo pericolosi viaggi migratori”. Anche Emilio Ciarlo (Relazioni esterne Aics) ribadisce come “i progetti dell?Agenzia Italiana per la Cooperazione aiutino chi si muove dalla propria terra in cerca del suo futuro e per dare un contributo ancora più grande al nostro, di futuro. L?Agenzia Italiana sta diventando protagonista internazionale del dibattito su una mobilità umana portatrice di ricchezza ma consapevole dei rischi che si incontrano lungo la strada, specie per i più deboli”.

Quest’anno il progetto è in sinergia con la Campagna Informativa “Aware Migrants” dell’Oim già diffusa su social, radio e TV. “I migranti che arrivano in Italia”, spiega Federico Soda, direttore dell’Ufficio di Coordinamento per il Mediterraneo dell’Oim, “spesso ci raccontano di aver lasciato il proprio paese senza essere consapevoli delle difficoltà del viaggio e del livello di violenza a cui sarebbero stati sottoposti. La campagna Aware Migrants è nata due anni fa proprio per questi migranti (non rifugiati) con l?obiettivo di informarli, attraverso video testimonianze, sui rischi del viaggio e di metterli nelle condizioni di prendere una decisione libera e consapevole. Con CinemArena ora Aware Migrants potrà essere ulteriormente divulgata anche in 200 villaggi africani”. L'iniziativa sarà presentata il 9 ottobre alle ore 11 alla Farnesina.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa