:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Profughi nei centri entro le 20, Asgi chiede alla prefettura il ritiro delle circolari

A Firenze una lettera al prefetto per chiedere il ritiro delle circolari che obbligano i migranti a rientrare nei centri di accoglienza entro le 20 e ad aprire i pacchi postali alla presenza degli operatori. “Le circolari violano la costituzione e le normative europee”

16 ottobre 2018

FIRENZE – Una lettera alla prefettura di Firenze per chiedere il ritiro delle circolari che obbligano i migranti a rientrare nei centri di accoglienza entro le 20 e ad aprire i pacchi postali alla presenza degli operatori. A scriverla è l’Asgi, l’associazione studi giuridici sull’immigrazione, secondo cui le due circolari “violano le normative italiane ed europee”. Su questo, l’Asgi sta valutando anche un ricorso al Tar, come già avvenuto a Napoli per un caso simile. 

Ad entrare nel merito della questione è Eugenio Alfano, responsabile Asgi Toscana: “Stiamo assistendo quotidianamente allo stravolgimento dello stato diritto e della gerarchia delle fonti, si vuole regolamentare il diritto fondamentale come l’asilo con una normativa di urgenza o con circolari che non solo violano la costituzione ma anche la normativa europea”.

Secondo l’avvocato dell’Asgi Alfano, la circolari della prefettura di Firenze “violano la costituzione perché esiste una gerarchia delle fonti di diritto, se una legge primaria stabilisce determinate cose o richiama una normativa europea, una circolare non può mettersi in contrapposizione a questa normativa, e questo invece è quanto avvenuto con la circolare sull’orario di rientro alle 20, un testo in palese violazione della direttiva europea del 2013, recepita anche dall’Italia, che prevede la libera circolazione dei richiedenti asilo e la gestione in autonomia del loro tempo”. Secondo Alfano, “le direttive europee possono essere modificate ma soltanto se prevedono elementi migliorativi che non stravolgono tali direttive, cosa che invece è avvenuta con questa circolare”.

Per quanto riguarda la circolare sull’apertura dei pacchi alla presenza degli operatori sociali, “è una circolare sconvolgente perchè la normativa sull’accoglienza dice che nei centri di accoglienza deve essere rispettata la sfera personale, basterebbe l’articolo 15 della costituzione, che parla di libertà e segretezza inviolabile”.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa