:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Carcere, a Pisa un incontro sui diritti negati dei detenuti

L'Associazione di volontariato penitenziario Controluce organizza un momento di riflessione con Daniela De Robert e Tommaso Greco

22 ottobre 2018

FIRENZE - L'Associazione di volontariato penitenziario Controluce organizza, con la collaborazione del Cesvot, delle Associazioni Allievi ed ex Allievi del Sant'Anna e di altre realtà del territorio pisano, l'incontro “Persone private della libertà e diritti negati”, in programma il 25 ottobre, alle ore 21, presso l'Aula Magna della Scuola Superiore Sant'Anna.

L'incontro, aperto alla cittadinanza, intende mettere in luce l'importanza delle funzioni svolte dal Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, nonché, più in generale, l'esigenza per la comunità di vigilare affinché le situazioni di privazione della libertà non degenerino in situazioni che la Convenzione europea dei diritti dell’uomo definisce “trattamenti inumani o degradanti” tali da violare la dignità della persona.

La figura del Garante nazionale dei diritti delle persone detenute o private della libertà personale, istituita nel 2013 a partire dall'esperienza dei garanti locali, opera come organismo indipendente di controllo sui luoghi di privazione della libertà personale, quali gli istituti penitenziari, i luoghi di polizia, i centri per gli immigrati, le residenze per l'esecuzione delle misure di sicurezza.

Relatori dell’incontro saranno Daniela De Robert, membro del Collegio del Garante nazionale delle persone private della libertà; Tommaso Greco, docente di Filosofia del diritto dell'Università di Pisa. Modera l'incontro Francesca Biondi Dal Monte, ricercatrice di Diritto costituzionale dell’Istituto Dirpolis (Diritto, Politica, Sviluppo) della Scuola Superiore Sant'Anna.

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa