:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Bambini e anziani insieme: nido e casa di riposo condividono attività e spazi

È il Centro Anziani e bambini insieme di Piacenza che dall'apertura ha accolto 280 bambini, 150 anziani in residenza e 60 nel centro diurno. Oggi sono 120 le persone che usufruiscono dei servizi. Gualmini: “Straordinario esempio di convivenza tra generazioni”. Un video lo racconta

23 ottobre 2018

PIACENZA - L'ospite più piccola si chiama Neda e ha 9 mesi, quella più anziana Maria e tra poco raggiungerà i 100 anni. Sono 2 delle 120 persone che attualmente usufruiscono dei servizi del Centro Anziani e bambini insieme di Piacenza, una realtà unica in Italia perché in un solo edificio accoglie un nido per l'infanzia, una casa di riposo e un centro diurno per anziani (servizi convenzionati con Comune e Ausl). “Straordinario esempio di convivenza tra generazioni - ha detto Elisabetta Gualmini, vice presidente della Regione Emilia-Romagna con delega al Welfare - Un progetto di grande valore sociale e pedagogico, che consente alle persone anziane di sconfiggere la solitudine e il senso di inutilità e ai bambini di godere dell'affetto e dell'esperienza di nonni aggiuntivi”. Dall'apertura, il centro – che propone un modello educativo e sociale simile alle esperienze di Saint Maur des Fosses (Parigi) e Seattle (Stati Uniti) – sono 280 i bambini accolti nel nido, 150 gli anziani ospiti della casa di riposo e 60 quelli che hanno frequentato il centro diurno.

Il Centro Anziani e bambini insieme si trova in un edificio immerso nel verde che ospita anche una biblioteca intergenerazionale aperta nel 2016. Per la sua apertura sono stati investiti 4,5 milioni di euro, di cui oltre 300 mila di provenienza regionale. Casa di riposo, centro diurno e nido d'infanza sono servizi autonomi che però condividono un unico progetto educativo, elaborato con l'ausilio di equipe multidisciplinari: gli operatori lavorano insieme e gli educatori sono stati formati sui temi legati ai rapporti tra le diverse generazioni dalla facoltà di Scienze dell'educazione dell'Università Cattolica di Piacenza. Sono oltre 300 le attività di laboratorio realizzate con anziani e bambini, a cui si aggiungono 170 pranzi, 25 uscite e 55 feste. Un video racconta l'esperienza del centro piacentino. (lp)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa