:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Lombardia, "stop al volontariato dei richiedenti asilo nella cura del verde"

Il Consiglio regionale ha approvato la mozione della Lega Nord che di fatto scoraggia i comuni dal coinvolgere i profughi in attività come la pulizia di giardini o viali. È concorrenza sleale verso le aziende florovivaistiche. Ma né Anci né Regione hanno dati su quanti siano i progetti

06 novembre 2018

MILANO - I comuni lombardi sono avvisati: chi utilizzerà i richiedenti asilo in attività di volontariato che riguardano la cura del verde saranno penalizzati nei bandi della Regione. Il Consiglio regionale ha infatti approvato oggi una mozione, presentata dalla consigliere leghista Federica Epis, che impegna la Giunta "a concedere premialità nei bandi agli enti locali lombardi che non fanno ricorso a richiedenti asilo bensì a manutentori del verde pubblico professionisti". In altri termini, se un Comune ha avviato un progetto di volontariato per richiedenti asilo rischia di perdere i bandi regionali. Secondo la maggioranza del Consiglio regionale, dunque, questi progetti di volontariato hanno finora penalizzato le aziende del settore florovivaistico, quasi fossero una forma di concorrenza sleale. 

Anche se nel testo della mozione non viene detto esplicitamente, secondo la maggioranza del Consiglio regionale i Comuni quindi avrebbero cercato di risparmiare sulla manutenzione del verde "sfruttando" i richiedenti asilo. Nella mozione, però, non viene specificato né quanti siano i Comuni che hanno progetti di volontariato riguardanti la cura del verde né se e quanto abbiano realmente causato una riduzione degli importi degli appalti per la manutenzione ordinaria e straordinaria di giardini e viali. Dati che non ha né l'Anci Lombardia (contattata da Redattore sociale) né la Regione. La mozione è stata approvata con 34 voti favorevoli e 32 contrari. Il voto è stato a scrutinio segreto. Dalle dichiarazioni di voto, comunque, si sono espressi a favore della mozione Lega Nord, Forza Italia, Fontana Presidente, Fratelli d'Italia. Espressamente contrari: Pd, Movimento 5 Stelle, Lombardi Civici Europeisti e il gruppo Misto con la consigliera Viviana Beccalossi. (dp)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa