:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Alzheimer, i vigili "studiano" come aiutare i malati con difficoltà di orientamento

Organizzato da assessorato ai Servizi sociali, Ausl e Associazione Alzheimer, insieme alla Polizia municipale, il corso "Stiamo vigili", rivolto ai vigili urbani di Ravenna, ha coinvolto il 28 novembre scorso 60 agenti

05 dicembre 2018

RAVENNA - I vigili urbani di Ravenna "studiano" come aiutare al meglio gli anziani malati di Alzheimer, che possono soffrire della perdita di capacità ad orientarsi nello spazio. Da qui il corso rivolto agli agenti della Polizia municipale "Stiamo vigili", la cui precedente edizione aveva avuto un grande apprezzamento da parte dei 60 agenti partecipanti, organizzato da assessorato ai Servizi sociali, Ausl e Associazione Alzheimer, insieme alla Polizia municipale, coinvolgendo il 28 novembre scorso ulteriori 60 agenti.

D'altronde, spiegano l'assessore alle Politiche sociali, Valentina Morigi, e il comandante della Polizia municipale, Andrea Giacomini, "promuovere la conoscenza delle manifestazioni cognitive, comportamentali e psico-affettive correlate al decadimento cognitivo e alle varie forme di demenza significa fornire agli agenti, che sono a stretto contatto con la comunità, strumenti e strategie operative necessarie ad un approccio adeguato con le persone che possono trovarsi in difficoltà". Inoltre, aggiungono, è un modo per "definire una rete di intervento, assieme alle attività socio-sanitarie ed assistenziali presenti nel territorio Ravenna, preparata alla gestione di questi casi, anche in situazioni di emergenza". (DIRE)

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa