:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Salute, la medicina antica e la cura che passa dalla mente

Domenica 9 dicembre a Bagno a Ripoli (Firenze) un convegno per riflettere sulla cura dell’essere umano nella sua multidimensionalità, unione di anima e corpo, eredità della medicina antica

08 dicembre 2018

FIRENZE – Frequenze, suoni, vibrazioni, energie vitali, acqua 'informata', sono diversi strumenti che fanno parte delle “Sottigliezze dell’Arte della cura”, che considerano l'essere umano nella sua multidimensionalità, unione di anima e corpo, eredità della medicina antica. A Firenze, domani, domenica 9 dicembre, se ne parlerà in un convegno - organizzato dall’associazione Viriditas di Viterbo e dall’associazione e scuola di pranoterapia Alaro di Firenze - che riunisce personalità del mondo scientifico, culturale e artistico, in un viaggio alla scoperta delle “virtù medicatrici invisibili della natura e dell'uomo" sulle orme della mistica e donna di scienze medievale Ildegarda di Bingen le cui conoscenze e la cui visione olistica ricevono conferme dalla scienza contemporanea. Il convegno si terrà dalle 9 alle 18 all'Hotel Together Florence Inn - Bagno a Ripoli (Firenze).

La figura di Ildegarda gode di un grande favore di pubblico oggi. Il riflesso attualizzato del pensiero e dell’opera di Ildegarda - in varie modalità di approccio e di metodo - si riscontra in quelle attività rivolte al miglioramento e alla conservazione del benessere globale della persona, denominate Discipline del Benessere e Bionaturali (DBN), diffuse ampiamente ormai da anni su tutto il territorio nazionale.

L convegno parteciperanno Carlo Montinaro, Preside ad Chatedras dell’Università Nuova Scuola Medica Salernitana, che parlerà del ruolo fondamentale del femminile nell’arte della cura; Franco Cracolici, medico agopuntore restituirà il volto umano e naturale della medicina; Marie Noelle Urech, Counselor, autrice e studiosa di Ildegarda, parlerà della Viriditas; Gabriele Laguzzi, biopranoterapeuta e musicista, socio fondatore dell’associazione e scuola Alaro spiegherà la funzione di due straordinari strumenti per la rigenerazione dell’uomo che sono l’energia e la musica; Elena Ambrosin, biologa nutrizionista e naturopata parlerà della memoria dell'acqua; Maria Cristina Franzoni, insegnante accreditata in Italia del metodo Soul Voice® spiegherà come la voce sia strumento d'elezione per la manifestazione dell'essere; Simona Mezzera, medico e omeopata interverrà sull'omeopatia come approccio sistemico ; Claudio Fontanelli, musicista e ricercatore in campo musicale e esoterico, offrirà un concerto con campane di cristallo .

“La salute, stato naturale dell’Uomo, è l’espressione di un campo vitale vibrante e armonico che Ildegarda denomina “Viriditas” e che è noto a tutte le culture del mondo da tempi immemori – spiega Marie Noelle Urech, la presidente dell’associazione Viriditas -  Per ripristinare la salute, bisogna intervenire sia sul fisico visibile sia su quel campo invisibile che lo contiene. L’antica conoscenza empirica degli stati di coerenza dell’energia riceve oggi l’attenzione del mondo scientifico. Non solo, anima e corpo sono un tutt’uno ed è impensabile curare il corpo senza prendere in considerazione le afflizioni dell’anima e la costituzione della persona”.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa