:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Volontariato e sostenibilità: torna a Napoli la Fiera dei Beni comuni

Dal 14 al 15 dicembre torna la manifestazione organizzata dal Csv partenopeo. In programma workshop e seminari su finanza etica, comunicazione e responsabilità sociale delle imprese. Spazio anche alle associazioni con stand e laboratori per promuovere le attività

11 dicembre 2018

Tutto pronto per la Fiera dei beni comuni, la manifestazione promossa dal Csv di Napoli e che coinvolge istituzioni, non profit e cittadini sui temi della finanza etica, della responsabilità sociale d’impresa e sostenibilità.

L’evento, giunto al decimo anniversario e in programma dal 14 al 15 dicembre, si terrà nello storico istituto per ciechi “Domenico Martuscelli” i cui spazi sono stati rivitalizzati e restituiti alla cittadinanza grazie alla determinazione dei volontari e delle famiglie, con l’obiettivo di continuare ad offrire a tanti bambini ciechi strumenti di partecipazione, formazione e inclusione.

Il programma della due giorni prevede convegni, workshop e seminari che punteranno i riflettori sui beni comuni e sulla fattibilità di una loro gestione condivisa e che vedranno la partecipazione di esperti e personalità di rilievo nazionale. Protagoniste come sempre, le associazioni di volontariato che animeranno gli spazi con gli stand e promuoveranno la proprie attività, organizzando laboratori e allestendo mercatini solidali a sostegno delle azioni che portano avanti nei propri territori.

Tra gli appuntamenti anche il seminario per la formazione professionale dei giornalisti “Comunicare la fragilità: accesso e inclusione nella società della conoscenza” che sarà introdotto dalla vicepresidente di CSVnet Chiara Tommasini e vedrà tra i relatori Stefano Trasatti, responsabile della comunicazione dell’associazione nazionale dei centri di servizio.

Quest’anno la Fiera è organizzata anche in collaborazione con Univoc, l’Unione Nazionale Italiana Volontari pro Ciechi – Sezione di Napoli, ed ospiterà un percorso multisensoriale al buio che consentirà ai partecipanti dio fruire della mostra d’arte interattiva “The black gallery” e di entrare in contatto con le opere così come sono state create: al buio.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa