:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Toscana, intesa tra Regione e chirurgia d’urgenza per interventi di protezione civile

Un protocollo d'intesa per rafforzare e ottimizzare la collaborazione tra Regione Toscana e l'associazione di volontariato Gruppo chirurgia d'urgenza per interventi di protezione civile onlus (GCU Pisa onlus), e adeguare un Posto medico avanzato

28 gennaio 2019

FIRENZE - Un protocollo d'intesa per rafforzare e ottimizzare la collaborazione tra Regione Toscana e l'associazione di volontariato Gruppo chirurgia d'urgenza per interventi di protezione civile onlus (GCU Pisa onlus), e adeguare un Posto medico avanzato. E' stato firmato oggi in Palazzo Strozzi Sacrati dall'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi e dalla presidente dell'associazione GCU Augusta Nepi, presente anche l'assessore all'ambiente con delega alla protezione civile Federica Fratoni.

In occasione di disastri e calamità naturali che avvengono al di fuori dei propri confini, la Regione Toscana si è spesso mossa con interventi di protezione civile e di tipo sanitario. Un contributo notevole in queste occasioni viene dato dall'associazione di volontariato "Gruppo chirurgia d'urgenza per interventi di protezione civile Onlus" (GCU Pisa Onlus), che più volte ha partecipato a queste operazioni di soccorso con il suo Posto Medico Avanzato (PMA).

Ora il PMA dovrà rispondere ai nuovi criteri stabiliti dal meccanismo di Protezione civile europeo, ed essere quindi sottoposto a una serie di adeguamenti che lo mettano in grado di ottenere la necessaria certificazione europea. L'associazione ha dunque messo a punto un progetto di "Adeguamento Posto medico Avanzato con chirurgia ad Emergency Medical Team - EMT", accolto dalla giunta con due delibere approvate il 10 dicembre scorso, che portano la firma del presidente Enrico Rossi, dell'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi, e dell'assessore all'ambiente e protezione civile Federica Fratoni.

La prima delibera approvava il progetto, lo finanziava con 200.000 euro, inserendolo tra le attività di cooperazione sanitaria internazionale, e stabiliva che sarebbe stato integrato integrato con le iniziative portate avanti dal Centro di Salute Globale che ha sede all'interno dell'AOU Meyer. La seconda approvava, appunto, il protocollo d'intesa siglato stamani.

"Con questo protocollo, e con il finanziamento che abbiamo dato - spiega l'assessore Stefania Saccardi -, abbiamo voluto consentire a questa associazione, che è una delle eccellenze che abbiamo nella nostra regione, di continuare a dare un contributo determinante in caso di grandi eventi che necessitano interventi di protezione civile e nei progetti di cooperazione sanitaria internazionale. Lo stanziamento era indisepnsabile per rendere il Posto Medico Avanzato adeguato alla normativa europea. Il PMA dell'associazione GCU Pisa onlus ha un ruolo determinante, sia per la chirurgia che per la presa in carico, che per la destinazione dei pazienti. E' una risorsa non solo per la nostra regione, ma per tutto il Paese e anche a livello internazionale".

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa