:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Firenze, 4mila euro alla fondazione Bacciotti dall’Hotel Rivoli

E’ il bilancio della settima edizione della mostra di presepi e del Villaggio di Babbo Natale al Rivoli Boutique Hotel di Firenze

02 febbraio 2019

FIRENZE - 4mila euro interamente donati alla Fondazione Tommasino Baciotti, il 30% il più dello scorso anno. E’ questo il bilancio della settima edizione della mostra di presepi e del Villaggio di Babbo Natale al Rivoli Boutique Hotel di via della Scala  a Firenze. Un successo testimoniato anche dall’aumento del 25% dei visitatori: 5.217 contro i circa 4mila dello scorso anno, di cui la stragrande maggioranza, circa il 75%, fiorentini.

“Siamo felici di aver superato ampiamente il ricavato dello scorso anno grazie alle  generose offerte dei visitatori che si sono aggiunte al nostro  consueto e personale contributo a testimonianza del nostro diretto sostegno alla Fondazione - commenta Chiara Caridi, titolare del Rivoli  Boutique Hotel - Un regalo che facciamo più che volentieri ai piccoli e alle famiglie seguiti da anni con attenzione e cura dalla Fondazione Bacciotti che porta  avanti progetti importanti come la Casa accoglienza e l’assegnazione di borse di studio a favore di medici pediatri oncologici e di tecnici di laboratorio, contribuendo anche all’acquisto di importanti macchinari per la terapia di tumori infantili”.

La città ha risposto ancora una volta con rinnovato entusiasmo e in tanti hanno visitato la mostra dei 30 presepi di Claudio Ladurini ispirati all’attualità, dai migranti a Papa Francesco fino alle nuove sfide interplanetarie, e il Villaggio di Babbo Natale creato dalla fantasia di Salvatore Sciuto, con le sue suggestive strutture in movimento. Quest’anno il Rivoli Boutique Hotel ha partecipato anche all’iniziativa “Metti un presepe in vetrina” organizzata dal Gruppo laico della Diocesi del centro storico di Firenze, in collaborazione con la Regione Toscana. 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa