:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Firenze, i Bianchi del Calcio Storico donano il sangue

Da martedì 12 a sabato 16 febbraio i Bianchi di Santo Spirito scendono in campo al fianco di Avis per contrastare la carenza di sangue

11 febbraio 2019

FIRENZE - Da martedì 12 a sabato 16 febbraio i Bianchi del Calcio Storico fiorentino scendono in campo al fianco di Avis per una partita ancora più importante di quella che li vede ogni anno protagonisti sul campo di Piazza Santa Croce: essere di esempio per i tutti i tifosi e cittadini con un atto d’amore vero, proprio nella settimana di San Valentino.

Negli ultimi anni i Bianchi hanno intrapreso un percorso che va oltre la semplice prestazione sportiva impegnandosi in attività con una forte connotazione sociale e di solidarietà. I calcianti Bianchi sono pronti a fare un ‘gesto d’amore’ arrotolandosi le maniche, diventando per una settimana donatori Avis presso l’Iot di Viale Michelangelo. 

Solo pochi giorni fa il centro regionale sangue ha segnalato la grave carenza di scorte soprattutto dei gruppi 0 + e 0 –, ma anche per gli altri gruppi sanguigni non si parla certo di esubero. “La mancanza di sangue può mettere a rischio l’esecuzione di interventi chirurgici e di terapie per pazienti che necessitano di continue trasfusioni – spiega Luigi Conte Presidente Avis Firenze – le donazioni in questo periodo dell’anno vedono un calo fisiologico legato al virus influenzale e alle condizioni climatiche. Per questo ci auguriamo che, sull’esempio dei Bianchi, in tanti fiorentini diano la propria disponibilità a donare. Perché è vero che l’emergenza è eccezionale, ma la carenza di quantità adeguate di sangue è ormai cronica”.  

“Certamente non penso che il problema possa essere risolto con questa singola settimana - continua Marco Baldesi Presidente dei Bianchi - ma ritengo sia fondamentale il contributo di ognuno di noi. E’ in momenti come questi che diventa importante dimostrare il proprio senso di responsabilità civile e i Bianchi non vogliono essere solo un esempio in ambito sportivo, ma anche e soprattutto di solidarietà sociale verso il quartiere e la città. Per questo faccio un appello a tutti i tifosi e non, perché vadano a donare. Noi ci saremo.”

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa