:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Arriva la casa popolare a punti: decurtazioni in caso di gravi comportamenti

Chi sporca, danneggia o viola le regole di convivenza negli alloggi di edilizia residenziale pubblica dei Comuni dell'Unione pedemontana parmense perde punti. Se arriva a zero, deve lasciare l'appartamento. “L'obiettivo è stimolare gli assegnatari a un comportamento civile, responsabilizzare e coinvolgere nella gestione”

15 febbraio 2019

PARMA – Una carta a punti che vengono via via decurtati in caso di violazioni, come accade per la patente. È quella che viene rilasciata agli assegnatari delle case popolari dei Comuni dell'Unione Pedemontana Parmense per garantire il rispetto degli immobili e dei vicini. Il regolamento – redatto dall'Azienda Pedemontana Sociale insieme ad Acer Parma (gestore degli alloggi per conto dell'Unione) è stato approvato a dicembre dal Consiglio dell'Unione, la Carta dell'assegnatario è stata introdotta dall'inizio dell'anno. “Abbiamo sviluppato questo regolamento cercando di raccogliere il meglio delle esperienze del territorio regionale – ha detto Aldo Spina, assessore per i Servizi alla persona dell'Unione e sindaco di Sala Baganza – L'obiettivo non è solo quello di stimolare gli assegnatari a un comportamento di convivenza civile e al rispetto del patrimonio pubblico, ma anche di renderli responsabili e coinvolgerli nella sua gestione”.

La carta ha 50 punti che diminuiscono a seconda delle violazioni, quella più grave che comporta l'azzeramento della tessera e la decadenza dell'assegnazione, è l'abbandono dell'alloggio per almeno 3 mesi senza gravi motivi. Il subaffitto parziale o totale “costa” 30 punti. Modifiche abusive ai locali anche comuni comporta la perdita di 25 punti, mentre dare ospitalità a estranei senza autorizzazione 20 così come detenere sostanze maleodoranti o esplosive e adibire le cantine, le soffitte o i garage ad attività lavorative. Chi parcheggia auto, scooter, bici sui marciapiedi o intralcia l'utilizzo degli scivoli per i disabili, dei marciapiedi o degli spazi comuni perde 10 punti. Ne perde 5 chi fuma, consuma alcolici nelle aree condominiali o abbandona rifiuti. In caso di comportamenti incivili ripetuti, la sanzione raddoppia. La condotta responsabile per tre anni consecutivi garantirà all'assegnatario un bonus di 5 punti.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa