:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Anziani, a Firenze convegno internazionale sull’assistenza a lungo termine

Dal 28 febbraio la conferenza ‘Long Term Care. Aging in place’ per affrontare in modo interdisciplinare la problematica dell'assistenza alle persone anziane che sta diventando uno dei fattori di crisi più importante per la sostenibilità dei modelli di welfare delle nostre società

27 febbraio 2019

FIRENZE - La long term care, l'assistenza a lungo termine per gli anziani non autosufficienti, è da tempo nell'agenda delle politiche pubbliche dei paesi industrialmente avanzati e si prevede sia destinato a crescere lo squilibrio tra domanda di assistenza, che aumenta a causa del progressivo invecchiamento della popolazione, e le risorse pubbliche a disposizione alle quale necessariamente si affiancano modelli di welfare fondati su risorse private.

Ma saranno le nuove generazioni disponibili a pagare per le esigenze degli anziani di domani? In che limiti? A quali programmi dare la priorità, alle pensioni o all'assistenza? Quale livello di equità, e quindi di redistribuzione, potremo permetterci? Per rispondere a queste domande Firenze ha deciso di ospitare la conferenza internazionale Long Term Care. Aging in place, (Palazzo Vecchio, 28 febbraio - Istituto degli Innocenti, 1-2 marzo), promossa dalla Rete Long Term Care Alliance in collaborazione con Regione Toscana, Fondazione CR Firenze, Comune di Firenze, Fondazione Montedomini, con il contributo della Fondazione Internazionale Menarini, dell'Istituto degli Innocenti e dell'Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Firenze.

La conferenza riunirà a Firenze personalità di rilievo mondiale per affrontare in modo interdisciplinare la problematica dell'assistenza alle persone anziane che sta diventando uno dei fattori di crisi più importante per la sostenibilità dei modelli di welfare delle nostre società. Oltre al Prof. Niccolò Marchionni, ordinario di gerontologia e geriatria all'Università di Firenze, guideranno le sessioni di lavoro fra gli altri Nir Barzilai dell'Albert Einstein College of Medicine, William Reichman della società canadese Baycrest,  Gianluca Misuraca del Centro di Ricerca della Commissione Europea e Ludovic Subran di Allianz and Euler Hermes.

Fra i partecipanti ci saranno dirigenti oltre che italiani anche dei Ministeri della Sanità e Welfare di Svezia, Norvegia, Svizzera o Olanda, dirigenti di strutture per anziani, architetti, geriatri e assistenti sociali. La conferenza Long Term Care. Aging in place punta a fare di Firenze la prima città laboratorio per politiche innovative dedicate all'assistenza agli anziani.

“Siamo orgogliosi di partecipare a questa conferenza internazionale - dice Luigi Paccosi presidente della Fondazione Montedomini - sia come Montedomini sia come città di Firenze perché pensiamo sia importante avviare un laboratorio sul tema dell’assistenza agli anziani, un tema che nei prossimi anni sarà fondamentale per la tenuta sociale ed economica dei nostri Paesi. È importante parlarne a Firenze che è una delle città più longeve del mondo e speriamo che questo appuntamento sia il primo di una lunga serie. Dobbiamo trovare modelli nuovi ed è fondamentale avviare una riflessione multidisciplinare utile a trovare le soluzioni più appropriate”.

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa