:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Donne, mare, sport, migranti e scuola: tutto pronto per Fa' la cosa giusta! 2019

Presentata la sedicesima edizione della fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, organizzata a Milano da Terre di mezzo. Oltre 700 gli espositori e 450 gli appuntamenti del programma culturale

05 marzo 2019

MILANO - I diritti delle donne, l'acqua e il mare, lo sport inclusivo, l'accoglienza dei migranti e la scuola di tutti: sono i cinque grandi temi dell'edizione 2019 di Fa' la cosa giusta!, la fiera nazionale del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, organizzata da Terre di mezzo nei padiglioni di FieraMilanocity, dall'8 al 10 marzo. Più di 700 gli espositori e 450 gli incontri del programma culturale. "La nostra fiera è un luogo dove incontrarsi, scambiare idee ed esperienze in pace -spiega Miriam Giovanzana, direttore editoriale di Terre di mezzo e responsabile dell'organizzazione della manifestazione-. Non abbiamo la ricetta in tasca. Insieme cerchiamo di fare un passo avanti per un’economia più giusta per tutti, coltivando concretezza e sogni". Gli espositori sono suddivisi in dieci aree tematiche: Turismo consapevole e percorsi, Mangia come parli, Area vegan, Street food, Cosmesi naturale e biologica, Critical fashion, Pianeta dei piccoli, Abitare green, Servizi per la sostenibilità e mobilità, Pace e partecipazione.

#PluraleFemminile è l'hastag che fa da filo rosso agli incontri dedicati alla donna. Si parlerà dell’impegno di scienziate, ricercatrici ed esperte nelle materie STEM (scientifiche, tecniche, ingegneristiche e matematiche) per la valorizzazione della loro presenza e l’inserimento di esperte nei dibattiti pubblici, sui media e nei panel dei convegni, spesso totalmente al maschile; di ?gender gap?, il divario tra uomo e donna nei redditi, nell’accesso a istruzione, servizi sociosanitari e vita politica. Al Porto di Fa' la cosa giusta! scienziati, velisti, geografi, pedagogisti, esploratori e giornalisti, racconteranno l'ecosistema marino, dei corsi d'acqua e delle acque interne, faranno il punto sul loro stato di salute, sulle emergenze in atto e sulle buone pratiche per risolverle.

Con lo spazio "Fuorigioco! Campioni sul campo e nella vita" lo sport senza barriere torna per la seconda volta a ?Fa’ la cosa giusta!?. I visitatori troveranno n vero campo sportivo, che diventerà anche uno spazio incontri, realizzato in collaborazione con il ?CSI Milano?. Si saranno atleti, allenatori, giocatori che credono in uno sport diverso e cercano di viverlo in prima persona: Karate e Taekwondo integrati, baskin e sitting volley, parabadminton e calcio integrato, fino ai tornei che coinvolgono i ragazzini dei quartieri milanesi.

Al ?Salotto Buono di Fa’ la cosa giusta!, nei tre giorni della fiera, sarà possibile incontrare famiglie e persone che hanno esperienze di accoglienza e ?le associazioni che le accompagnano?, conoscere le differenti modalità di inserimento in famiglia, le opportunità, le difficoltà incontrate (e come superarle). Lo spazio, coordinato da ?CIAI Onlus?, sarà animato da famiglie che hanno svolto un percorso di accoglienza con ?Refugees Welcome?, dalla ?Cooperativa Farsi Prossimo c? he ha gestito per il Comune di Milano il progetto SPRAR e dalla ?Caritas Ambrosiana ?con il p?rogetto P?rotetto?. Numerosi anche gli incontri dedicati all'accoglienza e alla situazione nel Mediterraneo. In particolare, con “Il barcone arriva arriva! O il barcone arriva a riva?” interverranno ?Cecilia Sarti Strada ?e Alessandro Bergonzoni, ?che presenteranno il progetto ?Mediterranea. Saving Humans,? ?la nave della rete di realtà della società civile attiva da novembre nel Mediterraneo centrale.

"Sfide, la scuola di tutti?", è il salone dedicato a insegnanti, dirigenti, studenti e famiglie. ?Il programma prevede ?90 tra incontri, laboratori e seminari?, a cui si sono già iscritte oltre ?3.800 persone?. I temi di ?Sfide ruoteranno intorno a ?sei aree?: metodo e didattica, aggiornamento e formazione, educazione al patrimonio museale, scuola e giustizia sociale, pari opportunità di genere, scuola e comunità educante. Al programma di appuntamenti si affiancherà un'area espositiva dove aziende e associazioni presenteranno materiali e supporti utili in campo didattico o educativo. (dp)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa