:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Timeraiser, a Padova l’asta in cui si compra donando tempo al non profit

La prima edizione italiana del format canadese sarà ospitata nella Capitale europea del volontariato 2020. Iniziata la selezione delle opere d’arte di artisti emergenti e non. A ottobre 2019 la mostra e l’evento finale. Alecci, Csv Padova: “Modalità innovativa per realizzare connessioni tra mondi diversi”

20 marzo 2019

ROMA – Partecipare ad un’asta d’arte senza comprare nulla, ma aggiudicandosi una o più opere d’arte offrendo il proprio tempo a favore di una organizzazione non profit. È il progetto Timeraiser, ideato nel 2003 a Toronto, in Canada, con l’intento di supportare artisti emergenti e organizzazioni non profit del territorio e giunto a Padova per la sua prima edizione italiana, anticipando così gli eventi previsti per Padova Capitale europea del volontariato 2020. Oltre a sostenere il lavoro di artisti emergenti e non (ogni opera d’arte sarà infatti preventivamente acquistata dagli organizzatori), l’iniziativa mira a promuovere una rinnovata cultura della solidarietà, incentivando il volontariato e favorendo le connessioni all’interno della comunità.

Intanto è iniziata ufficialmente la selezione delle opere che parteciperanno all’iniziativa. Per la selezione è stata pubblicata una call per artisti con un budget complessivo di 16 mila euro. A ogni opera selezionata sarà accordato un premio acquisto del valore massimo di 1.200 euro lordi. Per gli artisti vincitori vi sarà inoltre la possibilità di veder esposte le proprie opere in una mostra collettiva in programma sempre a Padova nelle settimane antecedenti all’evento finale che si svolgerà il prossimo 26 ottobre. La partecipazione al bando è gratuita e aperta a tutti gli artisti con un’età maggiore di 18 anni. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il giorno 28 aprile 2019. Tutte le info e il regolamento di partecipazione sono disponibili sul sito www.innestisociali.it.

“Timeraiser Padova” è un progetto realizzato dall’associazione Innesti Sociali in collaborazione con Spazio Supernova e Framework Foundation. L’iniziativa è supportata dal Centro servizio volontariato provinciale di Padova ed è inserita tra gli eventi del programma di avvicinamento a “Padova Capitale Europea del Volontariato 2020”. Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, che lo ha selezionato attraverso il bando Culturamente. “Il progetto Timeraiser rappresenta una modalità innovativa per realizzare connessioni e partnership tra mondi diversi - spiega Emanuele Alecci, presidente del Csv di Padova -, che dialogano tra loro utilizzando il linguaggio dell'arte, e attraverso l'arte si prendono cura del bene comune. Un sistema circolare che l'Associazione Innesti Sociali porta in Italia per la prima volta, contribuendo a fare di Padova quel laboratorio di innovazione sociale che è stato riconosciuto a livello europeo grazie anche alla nomina a Capitale europea del volontariato per l'anno 2020”. Per Thomas Bastianel, presidente di Innesti Sociali si tratta di “una iniziativa in cui tutti vincono e che mira a stimolare l’interesse per la costruzione del bene comune e rendere più attrattivo l’impegno pro bono al servizio della comunità”.

L’evento finale di “Timeraiser Padova 2019” si svolgerà il 26 ottobre nella sede di Uqido (Via Garigliano 52 int.7), mentre l’anteprima delle opere sarà allestita presso Spazio Biosfera (via San Martino e Solferino 5/7) nei giorni 12 e 13 ottobre.

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa