:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Spesa per tutti, in Toscana 16 mila pacchi spesa per i bisognosi

Al via la terza edizioneprogetto regionale che distribuisce prodotti alimentari a una serie di famiglie che vivono in situazioni di disagio economico e sociale

22 marzo 2019

FIRENZE – Al via la terza edizione di Spesa per Tutti, il progetto regionale che distribuisce prodotti alimentari a una serie di famiglie che vivono in situazioni di disagio economico e sociale.Il progetto è portato avanti da Regione Toscana, Banco Alimentare della Toscana e Caritas Toscana: nel primo anno sono stati distribuiti 8100 pacchi spesa con olio, tonno e legumi, altri 8100 pacchi nel secondo anno mentre nel 2019 si arriverà ad oltre 16mila.

Nel progetto ci sono decine di Caritas parrocchiali coinvolte, centinaia di volontari impegnati nell’individuazione delle famiglie destinatarie, un numero davvero importante di destinatari indiretti. E’ infatti Caritas Toscana ad individuare le famiglie da coinvolgere nel progetto mentre il Banco Alimentare effettua lo stoccaggio delle merci acquisite e le attività di natura più prettamente logistica. 

La Regione impegna risorse economiche pari a 150mila euro annui. E poi ci sono le catene della Grande Distribuzione: Unicoop Firenze, Conad del Tirreno ed Esselunga che hanno deciso di garantire il proprio apporto collaborativo e la propria partecipazione finanziaria per la realizzazione del progetto, rendendosi disponibili a riservare prezzi di favore appositamente dedicati all’acquisizione di determinati beni di prima necessità (olio, legumi e tonno) da parte di Caritas e Banco Alimentare. 

"Ringraziamo Regione Toscana e la giunta regionale per l'impegno e la stima verso la nostra attività – commenta Marco Tommasi, presidente del Banco Alimentare della Toscana - che ormai da 23 anni cerca di sostenere nell'emergenza alimentare le famiglie della nostra regione. La sinergia tra privato e pubblico nella risposta trasversale ai bisogni è la strada che anche il Banco Alimentare ha sempre sostenuto e la legge 32, che quest'anno festeggia il decennale dalla sua nascita, ne è un esempio concreto. Questo cibo – conclude Tommasi - andrà ad implementare ancor di più il sostegno che il Banco Alimentare offre alle persone in difficoltà economica e sociale nel corso di tutto l'anno, ed in questo progetto specifico grazie alla fondamentale collaborazione delle Caritas diocesane Toscane"

 

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa