“Libri per tutti”, quattro gruppi editoriali uniti per l'accessibilità

Presentato il progetto “I libri per tutti”, che intende promuovere e diffondere una lettura accessibile a ogni bambino: con la fondazione Paideia, i gruppi editoriali Dea Planeta Libri, Gems, Giunti editore e Mondadori libri

03 aprile 2019

ROMA – Accompagnare tutti i bambini nel mondo della lettura, fornendo anche a chi ha difficoltà gli strumenti per leggere: è lo scopo del progetto “Libri per tutti”, che prevede la pubblicazione in versione digitale e cartacea di libri caratterizzati da testi scritti nei simboli utilizzati nella Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA). Un'iniziativa che nasce dalla siergia tra quattro grandi gruppi editoriali: Dea Planeta Libri (con il marchio De Agostini), Gems (con le case editrici Guanda, Salani con il marchio Ape Junior e La Coccinella), Giunti Editore e la Business Unit Ragazzi di Mondadori Libri (con le case editrici Mondadori, Piemme - con il marchio Il Battello a Vapore - e Rizzoli). L'iniziativa, che è stata presentata a Bologna, è sostenuta dalla Fondazione Paideia, impegnata da oltre venticinque anni a fianco di bambini e famiglie in difficoltà.

libro digitale bambini

La Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) è un sistema flessibile che utilizza tutte le competenze comunicative della persona (vocalizzazioni o linguaggio verbale, gesti, segni e comunicazione con ausili e tecnologia avanzata) per potenziare le possibilità di accesso alla comunicazione di tutti, non solo bambini e ragazzi con disabilità e bisogni comunicativi complessi, ma anche persone straniere al primo approccio con la lingua locale e soggetti con fragilità di lettura di tutte le età. Anche bambini di origine straniera al primo approccio con la lingua italiana e lettori con difficoltà di apprendimento troveranno in questi libri una via di accesso facilitata alla lettura.

Fondamentale il contro delle nuove tecnologie nella costruzione di questo percorso: in questi anni è infatti cresciuto l’utilizzo di dispositivi mobili come smartphone e tablet tra i bambini. Il libro in simboli in versione digitale rappresenta quindi uno strumento in grado di offrire strategie comunicative personalizzate e significative modalità interattive di fruizione autonoma della lettura. Tra queste il modeling, che prevede una formula di lettura “simbolo per simbolo”, così come la lettura continuativa e la lettura del testo alfabetico anche attraverso un supporto vocale. Le illustrazioni e i giochi presenti all’interno dei libri permettono inoltre ulteriori interazioni allo scopo di favorire la partecipazione del bambino all’esperienza di lettura.

“Siamo orgogliosi di presentare questo importante progetto editoriale per favorire lo sviluppo di una cultura dell’inclusione e per permettere a ogni bambino di avere accesso alla lettura - commenta Fabrizio Serra, direttore di Fondazione Paideia - Per la prima volta quattro tra i principali gruppi editoriali in Italia hanno lavorato insieme alla realizzazione di alcuni titoli in CAA che speriamo possano aumentare nei prossimi mesi per offrire un catalogo di proposte sempre più ampio”.

La progettazione editoriale è stata condivisa tra Fondazione Paideia, DeA Planeta Libri, GeMS, Giunti Editore e Mondadori Libri; la trasposizione dei libri in simboli WLS (Widgit Literacy Symbols) è a cura della Bottega Editoriale di Fondazione Paideia, la prototipazione e la tecnologia per la realizzazione dei libri digitali sono di PubCoder, mentre la distribuzione è affidata a Olivetti Scuola Digitale. I libri in simboli in versione digitale di DeA Planeta Libri, GeMS, Giunti Editore e Mondadori Libri sono disponibili per l’acquisto sulla piattaforma dedicata. I gruppi editoriali DeA Planeta Libri e GeMS hanno pubblicato i libri in simboli anche in edizione cartacea.

© Copyright Redattore Sociale