:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Stampa Stampa

Aosta, il Csv compie 20 anni: un’occasione per ribadire la logica del “noi”

Da fine aprile a dicembre un ricco programma di eventi ed iniziative per festeggiare il Centro valdostano; oltre 9 milioni i fondi investiti sul territorio, più di 6 mila ore di consulenze erogate e mille nuovi volontari inseriti nelle associazioni

19 aprile 2019

Vent’anni a fianco del volontariato e delle associazioni valdostane. Un traguardo pressoché inimmaginabile per quei 29 soci fondatori, quasi dei pionieri, che nel 1999 costituirono formalmente l’associazione Csv e si candidarono a gestire l’unico centro di servizio della più piccola regione d’Italia.
Da allora il Csv della Valle d’Aosta ha attraversato diverse fasi di vita: dalla costituzione, al consolidamento organizzativo ed economico, dalla crisi economica del 2012 che ha determinato un inevitabile ridimensionamento di personale e attività, al nuovo ultimo rilancio che vede il Csv di nuovo al centro del panorama sociale e attivamente impegnato sul fronte della solidarietà.

Vent’anni: un traguardo importante da festeggiare con un ricco programma di iniziative capaci di coinvolgere i volontari, le associazioni, le istituzioni e i cittadini. “Non sarà una celebrazione polverosa. Vogliamo raccontare ciò che abbiamo fatto, ma anche condividere quello che siamo ora e il ruolo che giochiamo nella società valdostana: non un semplice erogatore di servizi, ma un soggetto capace di interpretare e contribuire a rispondere ai bisogni della società” è il commento di Claudio Latino, presidente del Csv.
Una comunità, quella valdostana, che come molte altre, ha fame di verbi declinati al plurale, di azioni pensate in modo collettivo, di soluzioni disegnate per risolvere i problemi di molti: i più poveri, i più soli, i più discriminati.

Csv Valle d'Aosta, logo ventennale

 

Va in questa direzione lo spettacolo #IOSIAMO che sarà ospitato martedì 23 aprile alle 21 nel salotto di Aosta, la centrale Piazza Chanoux, nell’ambito del Festival della parola Les Mots organizzato dalla regione Valle d’Aosta. Protagonista del monologo di e con Tiziana Di Masi è quel mondo del volontariato che, in Italia, cerca tenacemente di costruire valore passando dalla logica dell’io a quella del noi. #IOSIAMO è il risultato di un viaggio in Italia, da nord a sud, in cui sono state raccolte le testimonianze dei volontari impegnati su vari fronti, dalla lotta alla povertà alla tutela dei più deboli e della diversità, fino alla difesa dell’ambiente.

Tra gli eventi inseriti a pieno titolo nelle celebrazioni del ventennale anche due incontri di informazione e riflessione: il 3 maggio grazie a Luca Gori, assegnista di ricerca in diritto costituzionale presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, tra i maggiori esperti in Italia di terzo settore, formazioni sociali, sussidiarietà e regionalismo, il Codice del terzo settore e le novità per il mondo del volontariato saranno nuovamente sotto i riflettori.  La storia di violenza e di “non amore” di Lucia Annibali, avvocatessa e parlamentare, sarà raccontata dalla viva voce della protagonista in un incontro, organizzato in collaborazione con il Consiglio regionale della Valle d’Aosta per il 22 giugno.
Non mancheranno, infine, appuntamenti con il cinema sociale, concerti rap pensati per i più giovani, eventi di sport e di riflessione e diverse manifestazioni organizzati, tra settembre e ottobre, dal Csv in collaborazione con alcuni comuni valdostani nell’ambito del Donoday 2019

I numeri del Csv. In 20 anni di vita, dal 1999 al 2019, il Csv della Valle d’Aosta ha erogato tanti servizi, fornito consulenze, promosso iniziative e sostenuto progetti delle associazioni grazie alle fondazioni bancarie che, per legge, finanziano il Csv da sempre. Sono 176 i corsi di formazione realizzati con 4.220 partecipanti, 1005 comunicati stampa diffusi, 6.279 ore di consulenze erogate, 1034 nuovi volontari inseriti in 367 associazioni.
Il Csv ancora ha concesso in uso gratuito i suoi locali alle associazioni per 38.976 ore. Contemporaneamente ha organizzato 222 eventi sul territorio e ha incontrato 3.818 studenti e 596 giovani li ha coinvolti nello stage estivo di volontariato. L’impatto economico è di tutto rispetto: investiti sul territorio valdostano oltre 9milioni e 274mila euro di cui oltre 1 milione di euro per gli oltre 126 progetti delle associazioni finanziati attraverso i bandi. (Nathalie Grange)

© Copyright Redattore Sociale

Stampa Stampa