:::

Inserisci le tue credenziali per accedere ai servizi per gli abbonati

   
Ricordami

Password dimenticata?

Oppure scopri come abbonarti »

Redattore Sociale

Newsletter Newsletter Seguici su Facebook Twitter Google+ Rss

Società

Cerca

Ricerca avanzata chiusa Ricerca avanzata in Diritti umani

Arcipelago Cie

Il carcere "non carcere"

Del Grande: non sono un eroe. L'appello: Ankara liberi i giornalisti

25 aprile 2017 Rientrato ieri in Italia, oggi in conferenza stampa ha ricostruito quanto accaduto: “Né io né i miei avvocati abbiamo ancora accesso al fascicolo”. E ribadisce: "violazione molto grave delle libertà fondamentali, sia come individuo che come giornalista”

bannerHead

Gabriele Del Grande a casa, è il giorno della liberazione (e della festa)

24 aprile 2017 L'applauso di amici e giornalisti che lo hanno accolto all'aeroporto di Bologna. "Sono venuti a prendermi stanotte e mi hanno portato via. Mi hanno detto che ero libero… ". Atteso a Lucca per festeggiare il rientro in Italia

bannerHead

Gabriele Del Grande è libero: "Io vittima di violenza istituzionale"

24 aprile 2017 Il documentarista è rientrato stamattina alle 11.19 all'aeroporto di Bologna: "Quello che mi è successo è illegale: un giornalista è stato privato della libertà, mentre faceva il suo lavoro in un paese amico. Il mio pensiero va a tutti i giornalisti in carcere ora in Turchia". Alfano: "Missione compiuta. Tutto è andato secondo le procedure del governo turco"

bannerHead

Gabriele Del Grande è libero e sta tornando in Italia

24 aprile 2017 L'annuncio di Alfano su twitter: "Gli ho parlato adesso sta tornando in Italia. Ho avuto la gioia di avvisare i suoi familiari. Lo aspettiamo”. Atteso all'aeroporto di Bologna poco dopo le 10. Il padre: è una bellissima giornata

bannerHead

In piazza per Gabriele: ““Liberatelo subito”

22 aprile 2017 Continua la mobilitazione per chiedere la liberazione del cronista fermato in Turchia: presidio nei pressi del Quirinale a Roma e in numerose altre città del paese. Numerose le sigle che hanno aderito: “Non c’è alcun motivo che giustifichi il suo trattenimento”

bannerHead

“Ad Aleppo ho visto la morte e la vita”. Ecco come lavora Gabriele Del Grande

22 aprile 2017 Nel settembre del 2013, quando ancora le condizioni permettevano di visitarla, Gabriele Del Grande aveva realizzato un reportage dalla città siriana diventata simbolo della tragedia del paese. Ecco le immagini e le parole pacate e ragionate che aveva usato allora per raccontare quanto aveva potuto vedere

bannerHead

Ancora nessuna svolta per Gabriele: ora si temono tempi più lunghi

22 aprile 2017 Annunciata una nuova telefonata a casa (la terza), ma non si chiarisce ancora la sua posizione giuridica: oggi scade il termine dei 14 giorni in cui può non esservi incriminazione formale, ma il timore è che la Turchia applichi al suo caso altre norme, quelle dei Centri di espulsione. Dove si può restare anche sei mesi. La diplomazia italiana sbatte sul muro delle reticenze turche

bannerHead

Del Grande ha incontrato console e legale: “Sta bene, ma negato il dossier”

21 aprile 2017 Questa mattina ha avuto luogo l’incontro del blogger toscano con il console italiano e il suo legale turco: “Non ci è stata data alcuna informazione su eventuali capi di imputazione nei suoi confronti. La sua detenzione è del tutto illegale”. Ieri manifestazione di solidarietà a Bologna

bannerHead

Del Grande, "detenzione illegittima anche per le leggi speciali turche"

21 aprile 2017 La sospensione di diritti e libertà fondamentali sanciti dallo stato di emergenza proclamato dal premier Erdogan non riguardano il caso del giornalista italiano: lo sostiene un team di avvocati dell'Associazione studi giuridici sull'immigrazione

bannerHead

Del Grande, domani la visita del console e dell’avvocato al giornalista

20 aprile 2017 Lo annuncia su Facebook Alberto Tetta, giornalista italiano da tempo in Turchia e amico di Gabriele. “Assurdo che siamo qui a festeggiare un diritto basilare per una persona in detenzione amministrativa. Speriamo di vederlo presto libero, ma va tenuta alta l’attenzione sulla vicenda”

bannerHead

"Libertà per Gabriele del Grande": cresce la mobilitazione

20 aprile 2017 Il Gvc si unisce all’appello per l’immediato rilascio del giornalista detenuto in Turchia. Oggi mobilitazione a Bologna alle 18 in Piazza Maggiore, in contemporanea con altre città italiane. "Viviamo con grande preoccupazione la sua condizione attuale e chiediamo che venga liberato subito"

bannerHead

"Gabriele libero": 300 persone in piazza a Lucca

19 aprile 2017 I manifestanti, tra loro anche le due sorelle del giornalista, hanno esposto un grande striscione con la foto di Gabriele e la scritta ‘Gabriele libero’. Lucca è la città natale di Del Grande, che qui ha trascorso la sua vita fino a 18 anni

bannerHead

Del Grande, Manconi: "La situazione si sta aggravando, serve mobilitazione"

19 aprile 2017 Appello di amici e familiari del giornalista: “necessario che le massime istituzioni del Paese si attivino con urgenza nei confronti delle autorità turche per garantire la tutela dei diritti di un proprio cittadino”. Tra i firmatari Concita De Gregorio, Daniele Vicari, Valerio Mastandrea

bannerHead

Del Grande, "alla delegazione italiana è stato impedito di vederlo"

19 aprile 2017 Lo comunica il senatore Luigi Manconi: “Al viceconsole italiano ad Ankara e all’avvocato turco non è stato consentito di vederlo. La delegazione italiana non è stata fatta entrare nel centro dove è detenuto. Interverremo presso il ministero degli Esteri. Palese violazione della convenzione di Vienna”

bannerHead

Del Grande, parla la compagna: "Da oggi in sciopero della fame anche noi"

19 aprile 2017 Dopo giorni di silenzio parla Alexandra D’Onofrio: “Gabriele non ha commesso nessun reato, deve essere rilasciato subito”. Al via una staffetta del digiuno. “Ci stiamo mobilitando, ma non siamo in polemica con le autorità italiane”

bannerHead

“Mobilitatevi per me”, in tanti rispondono all’appello di Del Grande

19 aprile 2017 Stasera alle 18 sarà Lucca, la città natale del giornalista fermato in Turchia il 10 aprile, a dare il via alle mobilitazioni per chiederne la liberazione. Il 20 aprile tocca a Bologna, a Milano, che in poche ore ha raccolto 1.700 adesioni, e a Venezia. Il 21 a Pisa. E poi appelli, post, petizioni: tutti con l’hashtag #iostocongabriele. Nel pomeriggio conferenza stampa al Senato

bannerHead

Turchia, Del Grande: "Sono in sciopero della fame, mobilitatevi per me"

18 aprile 2017 E’ la prima telefonata che il giornalista riesce a fare dopo 9 giorni di prigionia. Ai familiari ha detto: “La ragione del fermo è legata al contenuto del mio lavoro. Ho subito interrogatori al riguardo”. Ma rassicura: “Sto bene”

bannerHead

Pena di morte, esecuzioni in calo: 1.032 in 23 paesi. In Usa sempre meno

11 aprile 2017 Rapporto di Amnesty: rispetto allo scorso anno si registra un -37%. La Cina resta maggior esecutore al mondo e i dati restano "segreto di stato": con Iran, Arabia Saudita, Iran e Pakistan ha eseguito l’87% di tutte le sentenze capitali. Usa fuori dalla lista dei “primi cinque” per la prima volta

bannerHead

Siria, sei anni di violenze. Così è cambiato il volto del paese

15 marzo 2017 Oggi, 15 marzo, si celebra il sesto anniversario della crisi che ha sconvolto la Siria. Una guerra devastante sia per la sua violenza che per i gravi effetti collaterali. Siriani in trappola, mentre Amnesty lancia una campagna e Msf spiega come è cambiata l’assistenza medica alle popolazioni

bannerHead

8 marzo. Lina Khalifeh, la donna che insegna l’autodifesa in Medio Oriente

08 marzo 2017 Giordana, 30 anni, ex campionessa di Taek Won Do, Lina ha fondato “She Fighter”, la prima palestra per l’autodifesa delle donne in Medio Oriente. Il suo obiettivo? Combattere la violenza di genere e rendere le donne sicure di sé. Sono 12 mila quelle formate, tra cui l’attrice Emma Watson. “Per cambiare la società bisogna cambiare se stesse”

489 Contenuti - Pagina 1 di 25