20 giugno 2019 ore: 10:05
Salute

Servizio civile in ospedale: “Un’esperienza che mi ha fatto crescere”

Le testimonianze alcuni giovani volontari che da febbraio 2019 stanno svolgendo il servizio civile in ospedale San Jacopo di Pistoia e raccontano la loro esperienza formativa
FIRENZE - “Accoglienza, esperienza ed empatia”. Sono queste le parole di alcuni giovani volontari che da febbraio 2019 stanno svolgendo il servizio civile in ospedale San Jacopo di Pistoia e raccontano la loro esperienza formativa. Per un intero anno sono impegnati in progetti di sensibilizzazione attiva del cittadino e di accoglienzain alcune strutture del presidio ospedaliero, dall’accettazione amministrativa e radiologica, area chirurgica e oncologica, al pronto soccorso. “Da quando ho iniziato il servizio civile in accettazione amministrativa ho imparato ad essere più paziente - spiegaGiulia, 24 anni -  è sicuramente un’esperienza formativa che ti fa crescere sia a livello personale che professionale”.

“In programmazione chirurgica il nostro contatto con il cittadino è solo telefonico - continuaSerena, 27 anni - ma è importante perché noi cerchiamo di ascoltare le sue esigenze e aiutarlo a risolvere i suoi dubbi e lui anche a distanza si sente preso in carico nel suo percorso”. “L’area chirurgica e l’oncologia sono due realtà complesse - affermaCinzia, 26 anni- qui supportiamo il personale sanitario nell’organizzazione dei ricoveri giornalieri e delle cartelle cliniche. Quest’esperienza arricchisce le mie conoscenze e insegna ad essere disponibili con i pazienti e a rapportarsi sempre con gentilezza”.

“Ho trovato un ambiente favorevole e una buona accoglienza da parte personale del pronto soccorso - concludeGiovanni, 21 anni- nelle sei ore di servizio il nostro compito è accogliere i pazienti in sala di attesa, accompagnare i familiari all’interno della struttura e dare informazioni sugli esami. Non è facile rapportarsi con le numerose esigenze e questo è sicuramente formativo“.
© Copyright Redattore Sociale