Giustizia

Progetto Conscious, il 10 luglio convegno a Roma

Il 10 luglio, alle ore 9,00 presso la Regione Lazio Sala Tevere via C. Colombo 212, si svolgerà la conferenza intermedia del progetto europeo Conscious- modello intersistemico per la prevenzione della recidiva da parte dei perpetratori colpevoli di abuso sessuale e violenza domestica - cofinanziato dal Programma europeo Rights, Equality and Citizenships Programme 2014 – 2020, che ha l’obiettivo di creare un modello replicabile di lotta alla violenza di genere, domestica o contro minori e di contribuire alla riduzione di recidiva degli autori reato. Alla conferenza saranno presenti tutti i maggiori esponenti del sistema della giustizia, della pubblica sicurezza, del sistema sanitario e socio sanitario impegnati ad attivare sinergie per una collaborazione e cooperazione in grado di incidere concretamente su questo grave fenomeno che colpisce in modo omogeneo l’intera Europa.

Una parte del progetto Conscius, condotto da ASL Frosinone è stato avviato nel mese di ottobre 2018 e coinvolge Working With Perpetrator (WWP), Garante dei diritti dei detenuti del Lazio, Centro Nazionalle Studi e Ricerca sul Diritto di Famiglia e Minori quali partner di progetto. Conscious è condotto con il sostegno del PRAP Lazio Abbruzzo Molise, Tribunale di Sorveglianza di Roma, Ordine degli Avvocati di Cassino e di Frosinone, Case Circondariali di Cassino e di Frosinone, Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Frosinone quali primi attori della rete. Lo scopo è di riuscire a creare una sinergia tra le istituzioni investite del compito di combattere la violenza nei diversi settori di riferimento. Il progetto, a seguito del training specialistico a beneficio degli operatori socio-sanitari e penitenziari, ha visto le attività di trattamento di autori di reato negli istituti penitenziari di Cassino (sex offenders) e di Frosinone (maltrattanti), dove 37 detenuti hanno sottoscritto un accordo per partecipare al trattamento specialistico finalizzato alla consapevolezza e alla riduzione dei propri agiti violenti. E’ inoltre in fase d’attivazione presso ASL Frosinone una ulteriore offerta di trattamento per i soggetti, in stato di libertà, a rischio di comportamenti di violenza di genere, domestica o contro minori. La conferenza è aperta al pubblico.