Immigrazione

IMMIGRAZIONE E SINDACATO. 4° RAPPORTO IRES Stesse opportunità, stessi diritti

Autore: di Agostino Megale, Maria Adriana Bernardotti, Giovanni Mottura
Anno: 2006
Editore: Ediesse
Pagine: 296
La crescita sostenuta del fenomeno migratorio e il carattere strutturale assunto dal contributo del lavoro dei migranti nell’economia italiana si scontra oggi più che mai con la chiusura delle politiche italiane e europee. In particolare la linea del governo italiano, attraverso la legge Bossi/Fini, sembra puntare esclusivamente su politiche repressive e di lotta ai “clandestini”, considerando i cittadini degli Stati terzi che vengono in Italia, solo come “migranti economici”- i cui diritti spesso anche quelli inalienabili - sono subordinati alla capacità/possibilità di fornire un apporto al sistema economico. In questo particolare contesto, il IV Rapporto dell’IRES (Istituto di Ricerche Economiche e Sociali) vuole essere un’indagine e soprattutto una riflessione sulle condizioni degli immigrati nel mondo del lavoro italiano e sull’azione sindacale a tutela e difesa dei loro diritti come lavoratori e cittadini. Attraverso l’analisi di alcuni settori (sanità, edilizia e assistenza domiciliare) che hanno visto nell’ultimo decennio un incremento significativo della presenza dei lavoratori immigrati, il rapporto mette in evidenza la profonda differenza di trattamento, a livello istituzionale, fra cittadini italiani (e comunitari) e cittadini provenienti da paesi non appartenenti all’Unione Europea. Per contrastare tale tendenza, l’azione del sindacato è assolutamente determinante. La lotta al lavoro irregolare, la necessità di mettere al centro degli interventi sulla qualità del lavoro basata sulla sicurezza, sui diritti, sul reddito, sulle pari opportunità, nonché la questione della rappresentanza, sono le sfide che il movimento sindacale deve necessariamente affrontare e superare nei prossimi anni.

Cerca nella sezione libri