31 luglio 2015 ore: 13:23
Non profit

Debutta il “gelato sospeso”: da domani a fine agosto l’iniziativa di Salvamamme

Migliaia le condivisioni sui social network, centinaia le adesioni in tutta Italia, dalle grandi città ai piccoli paesi: grande successo per l’iniziativa, a cui “ogni giorno si aggiungono nuovi esercizi aderenti. C’è voglia di solidarietà, nonostante tutto”
Gelato artigianale

ROMA – Inaugurazione ufficiale per il “gelato in sospeso”: domani a Roma, presso la gelateria "Il pozzo” (viale Newton 84), debutterà l’iniziativa promossa dall’associazione Salvamamme, che ha lo scopo di “offrire”, fino al 31 agosto, un gelato a quei bambini che difficilmente potrebbero permetterselo. Una proposta che ha riscosso, fino a questo momento, grande successo e centinaia di adesioni: migliaia le condivisioni su tutti i principali social network, da parte di utenti di tutta Italia, di ogni sesso e età. “Grande entusiasmo dimostrato anche dagli esercizi – riferiscono i promotori - Dalla Liguria alla Sicilia, dalla Lombardia alla Campania: dalle grandi città ai paesi in provincia, centinaia sono quelli che hanno aderito e continuano ad aderire, al punto che non è ancora possibile diffondere una mappa definitiva, perché ogni giorno continuano ad arrivare decine di richieste. Aspetteremo ancora qualche giorno e poi la pubblicheremo sul nostro sito – continua Salvamamme - Anche tante amministrazioni, senza distinzione di colori, si stanno adoperando per portare il gelato sospeso nei loro territori in modo capillare: associazioni, cooperative, movimenti, enti pubblici e privati, partecipano ogni giorno a questa operazione che continua a viaggiare, tra social network e gelaterie, con l’aiuto di tante persone”. 

Soddisfatta Maria Grazia passeri, presidente dell’associazione: “C’è voglia di solidarietà, nonostante tutto, e di piccole attenzioni tra famiglie, nonostante i tempi difficili - commenta - Un piccolo regalo per le famiglie che non possono comprare un gelato al proprio bambino e per anziani in condizioni di solitudine e difficoltà economica. Siamo fieri di riscontrare un sentimento di solidarietà ancora così vivo negli italiani, e sono sicura che in questi bar e gelaterie il gelato saprà davvero di buono!”.

© Copyright Redattore Sociale