19 febbraio 2018 ore: 10:58
Disabilità

Inserimento lavorativo delle persone disabili, nelle Marche prorogati i termini

Prorogati al 19 marzo prossimo i termini dell’avviso pubblico da 1.240.000 euro che consentirà almeno 86 nuove assunzioni di lavoratori con disabilità e circa 46 adeguamenti di postazioni di lavoro. Possono usufruire degli incentivi le imprese e alle cooperative sociali di tipo B
Disabili e lavoro. Carrozzina

ANCONA - Prorogati al 19 marzo prossimo i termini dell’avviso pubblico da 1.240.000 euro che consentirà almeno 86 nuove assunzioni  di lavoratori con disabilità e circa 46 adeguamenti  di postazioni di lavoro (ausili a supporto dei deficit sensoriali o motori; strumenti di interfaccia macchina-utente; adeguamento arredi; attrezzature con  comandi speciali e adattamenti di veicoli che costituiscono strumento di lavoro, ecc.). Lo ha deciso l’assessorato al Lavoro e alla formazione della regione Marche, al fine di ampliare le opportunità di impiego per le categorie più fragili e favorire la più ampia partecipazione al bando.
Possono usufruire degli incentivi a disposizione le imprese e alle cooperative sociali di tipo B che avviano tirocini finalizzati all'assunzione di lavoratori con disabilità.

L’avviso pubblico prevede: tirocini della durata ricompresa tra i 4 e i 6 mesi eccezionalmente prorogabili a 12 mesi. Il tirocinio consente al soggetto ospitante di conoscere il lavoratore e di prepararlo praticamente a costo zero, dal momento che l’indennità di tirocinio (500 euro mensili) viene rimborsata dall’incentivo previsto dall’avviso. Il tirocinante da parte sua acquisisce competenze utili all’inserimento lavorativo, ad ampliare l’ambito delle relazioni sociali e ad accrescere la fiducia nelle sue capacità.

Previsto poi un incentivo di 1.500 euro a titolo di riconoscimento della mancata produttività del tutor aziendale nei tempi in cui segue il tirocinante. Ancora: un contributo fino a 5 mila euro per adeguare la postazione del tirocinante garantendogli condizioni di lavoro e/o di movimento all’interno dell’unità produttiva consone alle sue esigenze e funzionali ad un efficace inserimento.

Infine, previsto un contributo di 6 mila euro al termine del tirocinio se si procede all’assunzione a tempo indeterminato del tirocinante.
Per le imprese e le cooperative sociali è anche possibile ottenere un contributo di 3 mila euro nel caso in cui trasformino in tempo indeterminato contratti a tempo determinato.
L’avviso è pubblicato sul sito istituzionale della Regione Marche.

 

 

© Copyright Redattore Sociale