17 giugno 2013 ore: 12:17
Economia

Fao: ''Causa fame è la mancanza di accesso a cibo''

L'intervento del direttore generale Graziano da Silva nel terzo giorno della 38esima conferenza Fao. ''100 milioni di persone nel mondo non hanno il reddito sufficiente per acquistare cibo o le capacità necessarie per produrlo''

Roma - Nel terzo giorno della 38esima conferenza Fao, a Roma, il tema centrale dei lavori sono gli obiettivi futuri dell'agenzia delle Nazioni Unite. Ad introdurre la questione il direttore generale della Fao, Graziano da Silva che, partendo dal passato ("La Fao e' nata dalla convinzione che la liberta' dal bisogno e' possibile"), ha tracciato la linea che verra' seguita nei prossimi anni per la lotta alla fame. "Se guardiamo alla fame solo in termini di produzione di cibo non troveremo mai la soluzione" ha detto, che ha poi individuato la causa principale del problema "nella mancanza di accesso al cibo, considerando che 100 milioni di persone nel mondo non hanno il reddito sufficiente per acquistarlo o le capacita' necessarie per produrlo". Da queste premesse, per Da Silva, lo sforzo della Fao dovra' quindi concentrarsi "sulla necessita' di dare risposte allo scarso accesso al cibo e al supporto alla produzione sostenibile di cibo insieme alla costruzione di forti legami con la societa' civile, le universita', il settore privato e i centri di ricerca e sviluppo, senza dimenticare 45 milioni di dollari, risorse senza precedenti, che sono stati risparmiati e potranno essere reinvestiti nel lavoro della Fao". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale