19 luglio 2017 ore: 14:01
Salute

Sanità, Faraone: bene un DM 70 anche per l'assistenza territoriale

"Sono favorevole ad affiancare il ruolo del territorio a quello del sistema ospedaliero. L'idea di fare un DM 70 che riguardi anche l'assistenza territoriale, oltre la rete ospedaliera, e' sicuramente un tema centrale. Noi con gli ospedali da soli ...

"Sono favorevole ad affiancare il ruolo del territorio a quello del sistema ospedaliero. L'idea di fare un DM 70 che riguardi anche l'assistenza territoriale, oltre la rete ospedaliera, e' sicuramente un tema centrale. Noi con gli ospedali da soli non ce la facciamo e neanche ce la vogliamo fare fino in fondo, nel senso che noi crediamo che gli ospedali abbiano un ruolo importantissimo ma non esclusivo rispetto al sistema sanitario. Ci sono anche altri luoghi che devono fare sanita' in questo Paese". Cosi' il sottosegretario alla Salute, Davide Faraone, intervenendo in video conferenza in occasione della presentazione oggi a Roma dei dati del 'Monitoraggio dei servizi sul territorio - Fuori dall'ospedale, dentro le mura domestiche', promosso dal Tribunale per i diritti del malato-Cittadinanzattiva con il contributo non condizionato di Abbvie.

"Molto spesso la sanita' e' pensata e immaginata rispetto a quello che il mio ministero vuole mettere in campo- ha proseguito Faraone- ma credo che ruoli indispensabili nell'ambito della prevenzione li abbiano anche il ministero dello Sport, dell'Agricoltura e dell'Istruzione. Da questo punto di vista bisogna costruire sinergie tra ministeri che hanno competenze diverse, ma che devono mettere insieme in campo una serie di misure che servono per la salute dei cittadini e che non si misurano soltanto in ospedale. Questa e' una cultura che noi dobbiamo diffondere il piu' possibile". Secondo il sottosegretario alla Salute, quindi, bisogna trovare "modi di collaborazione continua e costante- ha sottolineato- perche' credo che le segnalazioni che vengono dai territori sono importantissime".

Intanto il ministero della Salute sta cercando di "uniformare il piu' possibile il nostro sistema sanitario. Avrete seguito i Livelli essenziali di assistenza- ha detto ancora Faraone rivolgendosi alla platea- che sono uno strumento di uniformita' rispetto ad alcuni ambiti, e avrete seguito anche il tema dei vaccini, dove pure abbiamo voluto prendere un provvedimento con un decreto che miri ad uniformare gli interventi sulle Regioni. Insomma, stiamo cercando di mettere in campo misure che cerchino di dare delle risposte il piu' possibile uniformi su tutto il sistema sanitario nazionale". Per Faraone, pero', ci sono ancora "grossi passi in avanti da fare e le analisi che Cittadinanzattiva ci fornisce soprattutto sulle sedi dei servizi territoriali, dall'autismo agli anziani, sono analisi che conosciamo ma su cui bisogna intervenire. Spero per questo di incontrarvi presto al ministero- ha proseguito- per capire come concretizzare i dati che oggi state analizzando".

Rivolgendosi alla platea, infine, il sottosegretario alla Salute ha concluso: "È indispensabile la sinergia con le associazioni come Cittadinanzattiva, con la quale ho avuto modo spesso di collaborare sulle mense scolastiche per il ruolo che ho rivestito fino a qualche tempo fa al Miur. Mi e' stato utile ascoltare i vostri suggerimenti e anche la conferenza di oggi e' utilissima per far emergere aspetti che gia' conosciamo, ma che ci danno la possibilita' di avere ulteriori indicazioni da mettere in campo". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale