11 giugno 2019 ore: 13:46
Immigrazione

Prato, i neo consiglieri cinesi: “Chinatown? Diventi attrazione turistica”

Eletti in consiglio comunale Teresa Lin e Marco Wong, entrambi di origini cinesi. Lei lavoratrice in un’azienda cinese, lui imprenditore internazionale 

teresa-lin-e-marco-wong

PRATO - Teresa Lin e Marco Wong. Sono loro i primi due consiglieri comunali di origine cinese eletti a Prato. Entrambi hanno fanno parte della lista civica che ha appoggiato il sindaco del Pd Matteo Biffoni.

 

Teresa Lin ha 24 anni, è nata a Firenze da genitori cinesi, arrivati negli anni Novanta, prima lavoratori per aziende italiane, poi in proprio con una ditta tessile. Wong, over 50, è invece imprenditore del pronto-moda, con lunghe esperienze in Cina. E’ nato a Bologna, ha lavorato al Nuovo Pignone, alla Tim e alla Huawei ed è anche consigliere di amministrazione di Extrabanca, istituto di credito che serve le comunità straniere.

 

“L’obiettivo del mio mandato come consigliera – ha detto Teresa Lin – è quello di promuovere l’integrazione attraverso più momenti di incontro, sia in ambito lavorativo con l’assunzione di più dipendenti cinesi in ditte italiane e viceversa, sia in attività sociali come il coinvolgimento della comunità cinese nella donazione del sangue”.

Wong ha invece detto: “Voglio raccontare che l’immigrazione non è soltanto quella cosa che viene spesso strumentalizzata, la narrazione politica è spesso strumentale e poco rappresentativa della realtà. Voglio dare rappresentanza alla comunità cinese, a quella parte della città di Prato che non è rappresentata politicamente, mi riferisco alle comunità straniere che non hanno cittadinanza italiana e non possono esprimersi col voto”. E ancora: “Vorrei che Chinatown a Prato diventasse un’attrazione turistica, sarebbe importante valorizzarla anche in questo senso”.

 

 

 

 

© Copyright Redattore Sociale