20 luglio 2017 ore: 14:59
Salute

Reggio Emilia, in arrivo la fondazione per gestire il museo della psichiatria

Via libera dalla commissione Cultura della Camera alla fondazione del museo nazionale di psichiatria del San Lazzaro di Reggio Emilia. Lo comunica la deputata reggiana del Pd Vanna Iori, relatrice della proposta di legge approvata ...

Reggio Emilia - Via libera dalla commissione Cultura della Camera alla fondazione del museo nazionale di psichiatria del San Lazzaro di Reggio Emilia. Lo comunica la deputata reggiana del Pd Vanna Iori, relatrice della proposta di legge approvata ieri dopo un lungo confronto. La fondazione, commenta Iori, "rappresenta un importante passo in avanti per la conservazione e la valorizzazione del patrimonio architettonico, storico e documentale degli ex istituti psichiatrici: grazie alla creazione di questo polo sara' possibile dare un forte sostegno alle iniziative di ricerche e studio sulla storia delle malattie mentali, sulle terapie e sulla loro evoluzione". Infatti "il patrimonio costituito dalla biblioteca (con circa 13.500 volumi), dall'emeroteca specialistica e dall'archivio con documenti dal XVIII al XIX secolo, costituisce un'importante eredita' che servira' per gli attuali studi sulle malattie mentali", aggiunge la deputata.

In particolare, sottolinea poi Iori, "il Mibact si fara' carico della conservazione di questo patrimonio unico", composto oltre che dai libri dagli strumenti di contenzione e di terapia, dai laboratori scientifici, dai i manufatti realizzati dagli ex ricoverati e da un archivio video e fotografico. "Questo museo- aggiunge la parlamentare di Reggio Emilia- e' atteso da molti anni e attestera' il passaggio dalla cultura della segregazione agli attuali servizi psichiatrici. Parliamo di luoghi dove si e' passati dalla contenzione alla cosiddetta demanicomializzazione dopo la legge Basaglia". Ricordera' quindi che "oggi il fenomeno delle malattie mentali va studiato e analizzato con un'ottica che da quel passato di stigma, segregazione e vergogna, sia sempre piu' capace di guardare a condizioni migliori per la dignita' dei pazienti". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale

Cerca nella sezione libri

in calendario