27 febbraio 2018 ore: 14:18
Immigrazione

Corridoi umanitari: e i bambini cantano "viva l'Italia"

Vengono da Eritrea, Somalia e Sud Sudan, e all'aeroporto di Fiumicino sono arrivati cantando "Viva l'Italia". Circa 50 bambini hanno partecipato oggi, con le loro famiglie, alla conferenza di benvenuto promossa nell'ambito del protocollo d'intesa su...

Vengono da Eritrea, Somalia e Sud Sudan, e all'aeroporto di Fiumicino sono arrivati cantando "Viva l'Italia". Circa 50 bambini hanno partecipato oggi, con le loro famiglie, alla conferenza di benvenuto promossa nell'ambito del protocollo d'intesa sui corridoi umanitari siglato tra lo Stato Italiano, la Comunita' di Sant'Egidio e la Cei, grazie al quale hanno potuto lasciare, ieri notte, l'Etiopia.

In questo Paese, ha spiegato alla stampa a margine della conferenza, il portavoce della Comunita' di Sant'Egidio Roberto Zuccolini, i 113 rifugiati arrivati all'alba di oggi vivevano in campi profughi nelle regioni del nord o in alloggi precari nella capitale Addis Abeba.

Ora, assicura alla Dire il presidente della Comunita' di Sant'Egidio, Marco Impagliazzo, "ci sono comunita' cristiane, parrocchie, associazioni e famiglie che in varie regioni italiane hanno gia' preparato le case e gli alloggi, le scuole per l'accompagnamento e l'integrazione di questi bambini". (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale