24 marzo 2017 ore: 16:01
Giustizia

Mafie, a Milano 161 beni confiscati con funzione sociale. Ora è possibile visitarli

Iniziativa dal 30 marzo al 2 aprile, in occasione del Festival dei beni confiscati alle Mafie, organizzato dal Comune in collaborazione con Libera. Majorino: “I cittadini si meravigliano che siano così tanti. Ma sono il segno che la mafia esiste ma si può sconfiggere"
Bene confiscato. Cancello con lucchetto

MILANO - Sono 161 i beni confiscati alle organizzazioni criminali a Milano che ora hanno una funzione sociale. Alcuni di questi sarà possibile visitarli, dal 30 marzo al 2 aprile, in occasione del Festival dei beni confiscati alle Mafie, organizzato dal Comune, in collaborazione con Libera. "I beni confiscati sono spesso evocati ma poco conosciuti - spiega Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche sociali, che ha presentato il Festival a Palazzo Marino -. I cittadini si meravigliano che siano così tanti. Ma sono il segno che la mafia esiste ma si può sconfiggere".

Parteciperanno agli eventi del Festival personaggi come Pif (i suoi film e documentari saranno proiettati allo Spazio Oberdan), gli scrittori Claudio Fava, Gioacchino Criaco, Gianni Biondillo, le attrici Federica Fracassi e Isabella Fragonese, e Gherardo Colombo.
Saranno coinvolte le scuole. Alle scolaresche sono dedicati infatti diversi incontri. In particolare gli studenti del Liceo classico Manzoni seguiranno tutti gli eventi, facendone una cronaca in diretta sui social network. Il programma del Festival e l'elenco dei beni confiscati visitabili è consultabile sul sito del Comune di Milano. (Dp)

© Copyright Redattore Sociale