30 agosto 2017 ore: 12:57
Immigrazione

Migranti, sgombero di via Curtatone: vertice in Prefettura

Una delegazione composta da rifugiati e rappresentanti da Movimento per il diritto all'abitare di Roma partecipare al tavolo interistituzionale indetto dal Prefetto Paola Basilone, con lo scopo di discutere della situazione scaturita a seguito dello sgombero dell'edificio di via Curtatone
Agenzia Dire Via Curtatone - 23 agosto 2017 immigrati in piazza indipendenza

Foto Agenzia Dire

Una delegazione composta da rifugiati e rappresentanti da Movimento per il diritto all'abitare di Roma, ha fatto il suo arrivo in questi minuti, presso la Prefettura di Roma in via IV Novembre, per partecipare al tavolo interistituzionale indetto dal Prefetto Paola Basilone, con lo scopo di discutere della situazione scaturita a seguito dello sgombero, nei giorni scorsi, dell'edificio di via Curtatone. Al momento decine di rifugiati vivono ancora accampati nei giardini di via dei Fori imperiali.

"A Roma ci sono tante case senza gente e tanta gente senza casa. Di parole ne abbiamo sentite tante. L'amministrazione a 5Stelle ha detto che si sarebbe occupata delle fragilita'. E allora? Chiediamo l'approvazione della delibera regionale sull'emergenza abitativa e l'utilizzo immediato dei fondi disponibili. 40 milioni sono bruscolini per una citta' come Roma. Noi garantiamo tolleranza zero non nei confronti di chi occupa, ma nei confronti di chi specula sull'emergenza abitativa. Qui siamo un popolo solo e non solo a nome di via Curtatone. Ed escludo in maniera piu' totale la presenza di un racket dei posti letto all'interno delle occupazioni", ha dichiarato Cristiano Armati, esponente dei Movimenti per il diritto al'abitare entrando a palazzo Valentini. Negli uffici della Prefettura, per partecipare al tavolo, hanno gia' fatto il loro ingresso la sindaca di Roma, Virginia Raggi, e l'assessore alla Casa della Regione Lazio, Fabio Refrigeri. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale