29 agosto 2002 ore: 14:56
Non profit

''No ad una nuova guerra contro l'Iraq''. In 74 aderiscono all'appello della Tavola della Pace

PERUGIA - Sono 74 (l'aggiornamento è alla prima decade di luglio, si tratta di una prima stima), fra nazionali e locali, le associazioni che hanno aderito all'appello lanciato dalla Tavola della Pace per dire "no" ad una nuova guerra ingaggiata dagli Stati Uniti d'America contro l'Iraq.
Un appello chiaro cominciato a diffondersi a marzo, e che la TdP sta promuovendo sempre più capillarmente. Contro quei "venti di guerra preparati e annunciati con sistematica tecnica tristemente consolidata".
"La guerra non è mai una soluzione. Non lo è mai stata. Non può esserlo - si legge nel comunicato che accompagna l'appello - ma purtroppo i cosiddetti 'grandi' non lo vogliono capire. Gli fa troppo comodo. Tanto loro le guerre non le fanno, le dichiarano soltanto. I morti non appartengono alle loro famiglie. Sono altri a morire e a soffrirne!!! Allora, bisogna che noi piccoli, noi ultimi, facciamo tutto quanto è in nostro potere per far sentire la nostra voce, per agitare Venti di Pace... ovunque! In tutti i modi. Sbilanciamoci con la pace e con ogni mezzo nonviolento che possa realizzarla".
Ricordando come aderire all'appello è uno dei tanti modi per agire ma certo non sufficiente, la TdP richiama alla coerenza e precisa: "Questa volta deve essere chiaro: chi ama la pace, non potrà poi sostenere i movimenti politici, i partiti, i parlamentari che dovessero accettare, come purtroppo già successo in passato, la guerra come strumento di soluzione dei conflitti. Basta con la violazione della nostra Costituzione!!!".
Tra le organizzazioni nazionali che hanno risposto all'appello, le prime in ordine di temo sono state quelle che compongono la Tavola della Pace: Acli, Agesci, Arci, Associazione per la pace, Banca Etica, Cipsi, Emmaus Italia, Fivol, Forum trentino per la pace, Francescani del Sacro Convento di Assisi, Ics, Lega per i diritti e la liberazione dei popoli, Cgil, Cisl, Uil, Pax Christi, Centro per la pace Forlì-Cesena, Focsiv, Associazione delle ong italiane, Legambiente, Mani Tese, Peacelink. A livello locale, tra gli altri hanno già aderito il Mir di Padova, il Progetto continenti di Roma, la Fondazione Ernesto Balducci di Firenze, il Centro per le pari opportunità della Regione dell'Umbria. (ep)
© Copyright Redattore Sociale