20 gennaio 2020 ore: 16:46
Giustizia

Carcere, i bambini di Sollicciano potranno frequentare parchi e ludoteche

I figli delle madri detenute, grazie a un progetto varato da Comune di Firenze e ministero della Giustizia, potranno uscire saltuariamente dal penitenziario, previo consenso della mamma

FIRENZE – A partire da febbraio, i bambini reclusi nel carcere di Sollicciano insieme alle loro madri detenute, potranno uscire per frequentare parchi giochi, giardini e ludoteche grazie all’accompagnamento degli operatori di Telefono Azzurro, previo consenso della madre. Un progetto reso possibile grazie al Comune di Firenze e al ministero della Giustizia. 

Esprime soddisfazione il ministro della giustizia Alfonso Bonafede. “Si tratta di un passo importante per risolvere una questione delicata e a cui è stata dedicata tutta l’attenzione possibile. Tutelare il percorso di crescita dei bambini è fondamentale”.
“Nei prossimi giorni – ha detto l’assessore Funaro - incontreremo il direttore di Sollicciano e Telefono Azzurro per dare operatività al progetto per consentire ai piccoli del carcere di passare più tempo possibile lontano dalle sbarre”.

© Copyright Redattore Sociale