24 luglio 2017 ore: 15:33
Immigrazione

Colombia, allarme paramilitari: aumentano i profughi in Venezuela

Il 99 per cento dei rifugiati in Venezuela proviene dalla Colombia. A denunciarlo e' l'Unhcr, l'Alto commissariato Onu per i rifugiati, il quale ha constatato che la maggior parte di queste persone fugge dalle violenze dei gruppi paramilitari...

Roma - Il 99 per cento dei rifugiati in Venezuela proviene dalla Colombia. A denunciarlo e' l'Unhcr, l'Alto commissariato Onu per i rifugiati, il quale ha constatato che la maggior parte di queste persone fugge dalle violenze dei gruppi paramilitari ancora attivi nonostante i tentativi del governo di pacificare il Paese.

"La maggior parte delle persone bisognose di protezione erano coltivatori o proprietari di aziende", e il motivo piu' frequente per cui superano il confine e' di lasciarsi alle spalle "le violenze", come ha spiegato la responsabile delle comunicazioni dell'Unhcr per il Venezuela, Madeleine Labbiento Noda.

Stando alle testimonianze raccolte, le persone fuggirebbero per paura di nuove persecuzioni e minacce da parte di "presunti gruppi paramilitari", arrivati nelle zone da cui in questi mesi sono invece andati via i miliziani delle Farc, come effetto dell'accordo di pace stretto col governo di Bogota' nel 2016.

Il Venezuela nella sua Costituzione riconosce il diritto all'asilo, a cui e' seguita nel 2001 anche una legge organica che regola lo status di rifugiato e richiedente asilo. A queste persone Caracas concede il diritto a una porzione di terra che i contadini possono coltivare, garantendo il sostentamento per le proprie famiglie. (DIRE)

© Copyright Redattore Sociale