19 febbraio 2020 ore: 17:27
Salute

Il calcio per il Meyer, negli stadi solidarietà per l’ospedale pediatrico

In tutti gli stadi italiani, nella prossima giornata di campionato, sarà promosso il numero solidale 45594 attraverso il quale sarà possibile far arrivare il proprio sostegno alla Fondazione Meyer per la realizzazione del nuovo reparto di Psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza

FIRENZE - Il calcio scende in campo per i bambini del Meyer: la prossima giornata del campionato di Serie A TIM e Serie BKT, la venticinquesima, sarà tutta dedicata all’Ospedale pediatrico fiorentino e alla sua Fondazione. In tutti gli stadi italiani sarà promosso il numero solidale 45594 attraverso il quale sarà possibile far arrivare il proprio sostegno alla Fondazione Meyer per la realizzazione del nuovo reparto di Psichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza.
Lega Serie A e Lega Serie B confermano il loro impegno per il mondo dei giovani, al quale il calcio è rivolto come modello di formazione e crescita sia sportivo che di socialità.
Il presidente della Lega B Mauro Balata sottolinea come il sostegno al Meyer proceda in continuità con la progettualità per il terzo settore realizzata in questi anni dalla Lega B con il progetto B come Bambini, ‘che vede nella sua finalità principale il sostegno ai famigliari dei bambini ospedalizzati nelle principali pediatrie italiane, fra cui proprio il Meyer. Un dovere essere vicino a loro e contribuire a un sorriso’.

La nuova Psichiatria sarà situata all’interno del Parco della Salute: una struttura posta nelle immediate vicinanze dell'ospedale ed è dedicata prevalentemente all'attività specialistica di giorno. Con i suoi 5000 metri quadri immersi in un’area verde di circa 4 ettari, il Parco della salute ospiterà l’attività specialistica ambulatoriale diurna, oltre al punto prelievi, al centro donatori sangue, al servizio di diagnostica e alla nuova Psichiatria infantile, unica attività di ricovero prevista. Sarà adottato un percorso innovativo (day service) che permetterà al paziente di usufruire di diverse prestazioni su patologie specifiche in un unico giorno. Gli spazi, ampi e confortevoli, offriranno un’assistenza in grado di sostenere la crescente richiesta di prestazioni di specialistica ambulatoriale che, negli ultimi dieci anni, ha registrato un incremento del 69% con 700 mila prestazioni in un anno. Ogni piano dell’edificio sarà caratterizzato da un tema principale cui si ispireranno gli elementi della progettazione d’interni: acqua, terra e aria. Gli ambulatori saranno divisi per aree omogenee, ognuna con spazi di attesa dedicati, confortevoli e attrezzati in continuità con la “filosofia Meyer”, dove il gioco è una grande risorsa rassicurante e antistress per i bambini.


 

© Copyright Redattore Sociale